Bonato e quella salvezza del Sassuolo: “Spendemmo 6 milioni, Sansone determinante”

Bonato e quella salvezza del Sassuolo: “Spendemmo 6 milioni, Sansone determinante”

L’ex dirigente neroverde nel 2014 rivoluzionò la rosa e il Sassuolo si salvò, ora lo stesso cerca di fare il Bologna: “Tra gli errori l’operazione Di Francesco-Falcinelli”
SCORRETE LE SCHEDE

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

RIVOLUZIONE A BASSO COSTO

Tanti pensano che il Sassuolo allora spese parecchio sul mercato, ma in realtà furono operazioni mirate. Lo sostiene Bonato: “Spendemmo sei milioni circa con obblighi di riscatto legati alla salvezza. E anche se acquistammo tanti giocatori, molti erano giovani per il futuro. Quelli che ci servivano per migliorare la prima squadra furono Sansone, Paolo Cannavaro, Floccari e Biondini: gente d’esperienza o, come nel caso di Sansone, che sapeva saltare l’uomo e ci dava qualità”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy