Verdi-Napoli, la situazione

Ore calde a Casteldebole e Castelvolturno, l’affare Verdi vive momenti di standby, ma il Napoli conta di chiudere in due giorni

di Manuel Minguzzi, @manuel_minguzzi

Voci contraddittorie nelle ultime ore sul possibile passaggio di Simone Verdi al Napoli. Sportitalia parla di un incontro in serata tra l’entourage del calciatore e Giuntoli, Sky invece frena sostenendo che Verdi avrebbe diversi dubbi sul passaggio in azzurro, mentre la radio ufficiale del Napoli, Kiss Kiss, parla di un muro del Bologna di fronte alla cessione del miglior giocatore della squadra.

Le cifre. La cessione maturerebbe a fronte di una cifra di 25 milioni di euro più bonus, 1.8 più bonus al ragazzo. La situazione. Verdi è profondamente indeciso sul trasferimento, anzi, in queste ore la sua apertura sta diventando un ripensamento: vuoi per il rischio panchina, vuoi per lo status di leader a Bologna al cospetto di quello da possibile comprimario a Napoli, vuoi anche per evidenti motivi familiari ed affettivi. Insomma, non c’è tutta questa convinzione nel sposare una nuova avventura. Poi c’è il Napoli, che spera di mettere a disposizione di Sarri il ragazzo già a partire da giovedì, in modo tale da renderlo convocabile per la ripresa del campionato. Al tempo stesso, il club partenopeo rispetterebbe la scelta di Verdi, senza fare troppe pressioni. E’ evidente però che nelle prossime 24 ore Giuntoli spera di sbloccare la trattativa, altrimenti virerà su altri obiettivi. Le certezze di qualche ora fa, cioè di un Verdi già dirottato a Napoli, non sono più tali ora. In mezzo il Bologna, che ha lasciato carta bianca al ragazzo ma che, in caso di permanenza, dovrà a quel punto riconoscere l’attaccamento di Verdi alla maglia a discapito di una big in lotta per lo Scudetto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy