Sinisa tra Europa e parte sinistra: attenzione alle aspettative

Sinisa tra Europa e parte sinistra: attenzione alle aspettative

Il serbo vicinissimo alla permanenza, ma occhio alle aspettative estive…

di Manuel Minguzzi, @manuel_minguzzi

OBIETTIVI

Quello degli obiettivi è sempre un tema delicato per una società, soprattutto quando si tratta di esternarli pubblicamente. Se parli di consolidamento della categoria rischi l’eccesso di ambizioni al ribasso, se parli di Europa rischi poi di ritrovarti a giugno senza aver raggiunto l’obiettivo. Ma in realtà c’è qualcosa di ancora più fumoso, ovvero la parte sinistra della classifica. In termini generali può voler dire tutto o niente, perché il Bologna già oggi è traslocato di là con la vittoria finale sul Napoli, ma con un punteggio ancora molto vicino alla zona retrocessione e molto lontano da quella europea. Ecco perché occorre calibrare bene le aspettative, comprendere cioè che oggi il decimo posto raggiunto da Mihajlovic è una targa da appuntarsi al petto al termine di una cavalcata trionfale, tuttavia non un risultato del tutto veritiero e concreto. Occorre renderlo tale la prossima stagione, tenendo l’ossatura di questa rosa e aggiungendoci qualche elemento di assoluto valore per consolidare la parte sinistra, a maggior ragione guardando al fatto che alcuni club, come per esempio la Fiorentina, vorranno risalire dopo gli stenti dell’ultima stagione, aumentando di fatto la concorrenza a sinistra. E allora credo sia giusto calibrare bene gli obiettivi e le aspettative della prossima stagione, perché non ricordo di aver sentito un membro del Bologna parlare di Europa per il prossimo campionato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy