Rincon, potrebbe non essere un problema di ingaggio…

Rincon, potrebbe non essere un problema di ingaggio…

Non è cambiata la situazione attorno al venezuelano, il Bologna lo vuole una volta sfoltita la rosa: l’aspetto economico non sarebbe un problema

di Manuel Minguzzi, @manuel_minguzzi

Cosa dovrebbe accadere da qui a fine mercato per vedere Tomas Rincon vestire la maglia del Bologna? Semplice, che determinati incastri combacino.

Prima di parlare di richieste eccessive, costi non sostenibili, il Bologna è obbligato a cedere diverse pedine. Non si possono fare operazioni di mercato in entrata senza prima aver sfoltito la rosa. Il problema è che attualmente non ci sono grandi novità. Si attendono offerte dalla Francia per Mounier, per Crisetig si cerca una squadra che possa acquistarlo definitivamente e il Torino non ha fatto partire l’affondo per Donsah. Per questo il mercato in entrata del Bologna è fermo e la situazione su Rincon immutata.

Impensabile ipotizzare che dopo un mese circa di contatti si sia scoperto che l’ingaggio del calciatore rappresenti un ostacolo insormontabile. Se il Bologna ha deciso di tentare la carta Rincon è perché Saputo potrebbe essere disposto a fare uno sforzo economico, e un ingaggio di 1.5 milioni, simile a quello di Destro, ci starebbe in un’ottica chiara: considerare Rincon un top player per la squadra. Il venezuelano è rincalzo nella Juve, ma può diventare imprescindibile per una squadra di medio rango come il Bologna. Se i felsinei lo stanno cercando evidentemente hanno anche la possibilità di prenderlo. Il vero problema, dunque, potrebbe non essere economico: quello che serve è convincere Rincon che Bologna può tornare una piazza ambiziosa e con un progetto di rilancio attraente. Avendo altre offerte sul tavolo, più che il lato contrattuale a fare la differenza diventa l’appetibilità del club rossoblù. L’ostacolo denaro diventerebbe tale nel momento in cui qualche altra pretendente rilanciasse con offerte più succose, in un’asta il Bologna arretrerebbe di posizioni. Al momento lo scenario è immutato, il Bologna non è né arretrato né tanto meno avanzato, esattamente come lui anche le rivali.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy