Bologna-Mihajlovic, ci siamo

Bologna-Mihajlovic, ci siamo

di Gionni Forlenza

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Dopo qualche giorno di attesa e di giustificata meditazione, il Bologna e Mihajlovic dovrebbero convolare a nozze per proseguire un progetto iniziato a fine gennaio. I dettagli della conferma del mister, prima dettati dalla società e in ultimo da Sinisa, sono racchiusi in un contratto triennale a 1,5milioni di € a stagione con bonus e premi a seconda del piazzamento in classifica e anche ad una certa valorizzazione dei giovani in rampa di lancio. Si punterà alla parte sinistra della classifica e possibilmente la parte centrale, tra il quinto e settimo posto. Ora a parole si può dire qualsiasi cosa; sono poi i fatti che delineeranno le gerarchie ai nastri di partenza. In serie A ci sono squadre che penso che più di tanto non potranno migliorarsi. Penso al Torino, alla Sampdoria, alla stessa Fiorentina. Il Bologna ha sicuramente maggiori margini di crescita a patto che il mercato venga condotto in maniera mirata puntando su giocatori di qualità e pronti all’uso. Sarà importante non smantellare la colonna portante di questo Bologna; mi riferisco ai 5-6 elementi che, all’occhio di tutti, hanno saputo raddrizzare una baracca che stava crollando.

Tra oggi o al più giovedì dovrebbe arrivare la firma di Sinisa Mihajlovic mentre entro sabato dovrebbe firmare Walter Sabatini che avrà l’incarico di supervisore dell’area tecnica. Bigon dovrebbe quindi rimanere al suo posto per volere di Miha anche se sono in allerta Massara e Osti in caso di colpi di scena. Sinisa ha già chiesto alla società l’acquisto di 4-5 giocatori, uno per reparto e tutti titolari o quasi. Ci saranno in entrata anche 2-3 giocatori di rifinitura alla rosa e di prospetto. Siamo alle prime arringhe di mercato quindi è inutile fare ora dei nomi perché da qui a fine giugno ne usciranno almeno un centinaio. Saputo ha promesso la costruzione di un Bologna forte e state pur certi che farà di tutto per accontentare il mister e questa piazza che pur essendo armata di santa pazienza, si è un po’ stancata di vivere sempre nell’anonimato e di trasformare una salvezza come una vittoria di una Coppa. Bologna e i bolognesi meritano ben altro ed hanno dimostrato 410.000 volte di seguire la squadra anche nei momenti più difficili. Con un Bologna da parte alta della classifica, sono certo che si tornerebbe ai tempi di Roberto Baggio e Beppe Signori. Record di abbonati e stadio sempre pieno di tifosi. Le linee guida sono oramai delineate. Non ci resta che attendere i primi colpi di mercato in questa stagione che si annuncia lunga, tortuosa e piena di aspettative.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy