Bruttini, l’uomo dei playoff: “La passione non basta, serve il gruppo”

L’ex Effe: “Puntare al secondo posto è un rischio. Ci sono solo gare da vincere”

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Davide Bruttini è un recordman dei playoff di A2: negli ultimi tre anni, tre promozioni, con Torino, Brescia e Virtus. Questo il suo commento su situazione attuale e obiettivi della Fortitudo: “Non si può vincere questo campionato senza una squadra molto lunga, una chiara divisione dei ruoli e un gruppo compattissimo. Poi le mie sono state tre promozioni con tre squadre molto diverse tra loro: a Torino erano Mancinelli e Rosselli a trascinare il gruppo, con Brescia il finale fu fisicamente un massacro, con la Virtus è stata decisiva la forza mentale del gruppo, trainato dagli italiani più esperti. Il mio inizio di stagione è stato difficile ma l’importante è essere pronti adesso. Tra Fortitudo e Trieste credo che nessuno voglia arrivare secondo per andare nell’altra metà del tabellone ed evitare noi. I playoff sono sempre imprevedibili, non ci sono piani, strategie che tengano, bisogna solo andare in campo e pensare di vincere. Pozzecco? Sono sicuro che farà bene, ma quest’anno spero non benissimo, per ovvie ragioni…”.

dal Corriere di Bologna

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy