Il Bologna stende il Milan con una “manita” e vola

Il Bologna stende il Milan con una “manita” e vola

Grande prestazione per i ragazzi di mister Baldini, Milan travolto per 5-2, doppietta per Veratti e Capello

Grande prova per i ragazzi rossoblù al centro sportivo Vismara, dove si sono imposti sul Milan con il risultato netto di 5-2, dopo una gara spumeggiante. Il Bologna scende in campo con 3-5-1-1 con Capello a supporto di capitan Veratti, unica punta. I ragazzi di mister Baldini si rendono subito pericolosi e aggrediscono il Milan in avvio di gara ma la prima occasione ce l’hanno i padroni di casa che vanno vicini alla rete con una conclusione mancina del capitano Simone Ganz al minuto numero 5.

Il Bologna risponde immediatamente due minuti più tardi, con un inserimento di Montorsi che impegna Gabriel in un intervento in due tempi. Il Milan cresce e il Bologna sembra andare in affanno. Spagnoli, pescato in aerea da un cross di Petagna, da distanza ravvicinata mette paura al portiere rossoblù Lombardi, con un tiro che attraversa tutta la linea di porta prima di essere neutralizzato dalla retroguardia bolognese.

Al 14’ arriva la svolta della gara. Baldini chiama a gran voce il pressing alto su Tamàs, che perde palla, Palomeque mette in mezzo per Veratti che trova l’opposizione di Gabriel ma sulla respinta arriva Pescatore che insacca con un tap-in.

Veemente la reazione della squadra rossonera che produce nel giro di tre minuti una girandola di occasioni, chiudendo il Bologna nella propria metacampo. Ganz impegna Lombardi che è costretto a mettere in corner; sugli sviluppi lo stesso Ganz colpisce di testa quasi a botta sicura ma trova l’opposizione di Pescatore che era ben appostato sulla linea. Al 18’ arriva il pari: Cristante tira dalla lunga distanza, il rimpallo favorisce Petagna che spara su Lombardi in uscita, ma sulla respinta c’è in agguato capitan Ganz che firma l’1-1. Il Bologna accusa il colpo e il Milan la fa da padrone. Al 28’ grande azione di Lora che mette una palla filtrante in aerea per Petagna che a sua volta mette in mezzo ma Tamàs a porta sguarnita spara alto.

Cala il ritmo della gara ma è nuovamente il Bologna a riaccenderla.  Capello sulla trequarti si libera di Lora con un bel dribbling e passa la palla a Pescatore che crossa in area per Veratti che con uno stacco imperioso firma il raddoppio felsineo. Nulla da fare per Gabriel, palla che sbatte su palo e finisce in fondo alla rete. Il Milan è stordito dall’inaspettato raddoppio degli avversari e sbanda. Al minuto numero 42 Capello affonda sulla corsia di destra, crossa in mezzo dove trova Pescatore che mette poco sopra la traversa. Un minuto dopo Veratti, pescato da Scalini, coglie impreparata la difesa milanista, ma il capitano rossoblù, complice anche il bel recupero di Rondanini, non trova la via del gol e mette a lato.

Il secondo tempo si apre con un occasione per i padroni di casa: tiro di Petagna e salvataggio sulla linea della difesa bolognese. Al sesto minuto della ripresa è però il Bologna ad allungare dopo una bella azione dei due attaccanti rossoblù. Capello lancia Veratti, il capitano entra in area e mette in mezzo dove trova nuovamente Capello che, in mischia, trova la zampata vincente, mettendo la palla alle spalle di Gabriel per la terza volta.

Il Milan non riesce più a trovare spazi e si innervosisce iniziando a collezionare cartellini. Al 56’ Bortoli ferma con un fallo Capello lanciato in contropiede; il secondo giallo è inevitabile e il Milan si trova in inferiorità numerica. Al Milan saltano definitivamente i nervi attorno al 65’ quando Petagna sbaglia la misura del pallonetto che avrebbe riaperto la gara. Cinque minuti più tardi lo stesso Petagna dice qualche parola di troppo al guardalinee e si vede sventolare in faccia il cartellino rosso dalla signora Spinelli.

Col Milan in nove il Bologna sembra controllare la gara  ma al 77’ sugli sviluppi di un corner, Henty, subentrato nella ripresa, riapre la gara con una gran incornata.

Baldini non è contento della gestione del vantaggio e si fa sentire. Due minuti più tardi, neutralizzato un attacco del Milan la retroguardia bolognese effettua un lungo lancio che pesca Capello sul filo del fuorigioco; il numero dieci entra in aerea e a tu per tu con Gabriel non sbaglia, siglando la doppietta personale.

In pieno recupero il Bologna da il colpo di grazia ai rossoneri. Uno-due tra Capello e Veratti, il numero dieci serve il capitano che trafigge Gabriel in uscita e mette a segno la sua rete numero 12 in 14 presenze.

Sul finale di gara brutto gesto del milanista De Feo che rifila un pugno a Capello dopo un contrasto, ma il rossonero viene graziato dal direttore di gara.

Visibilmente soddisfatto mister Baldini a fine gara: “Sono orgoglioso dei miei ragazzi che hanno fatto un grandissimo lavoro per preparare questa gara. Dobbiamo imparare a sfoderare prestazioni di questo tipo anche con squadre meno blasonate di Milan, Atalanta e Inter. Confesso che ero un po’nervoso dopo la gara col Varese perché questi ragazzi hanno un grandissimo potenziale e nelle ultime tre gare non eravamo riusciti a fare risultato.”

Il Bologna torna così alla vittoria dopo tre turni e si porta momentaneamente a meno uno dal Milan che deve recuperare la gara col Cesena. Una prestazione certamente di grandissimo spessore per i ragazzi di Baldini che hanno messo in campo non solo corsa e grinta ma anche tantissima qualità.

La corsa ai playoff dei felsinei prosegue e le avversarie sono avvisate: questo Bologna ha le carte in regola per battere chiunque.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy