Bologna-Montreal, le strategie

Bologna-Montreal, le strategie

Sinergia tra i Montreal Impact e il Bologna Calcio. Vi ricordate quelle esperienza scolastiche di interscambio culturale in cui un ragazzo straniero soggiornava nella vostra famiglia a Bologna e un ragazzo bolognese faceva altrettanto qualche mese dopo fuori dai confini italiani? Sarà così anche tra le due società guidate da Joey Saputo. A partire dai ragazzi di 12 anni, da marzo è stato deciso che i giovani canadesi soggiorneranno qui per una decina di giorni accolti dalle famiglie bolognesi e altrettanto faranno i futuri prospetti rossoblù qualche mese dopo andando a visitare il Canada e il Nord America. Duplice vantaggio, i canadesi possono migliorare sotto il profilo tecnico in una delle grandi patrie del calcio, i bolognesi possono invece godere di una esperienza di vita notevole nonché di un arricchimento culturale a trecentosessanta gradi. L’artefice di questo è progetto è ovviamente Luca Bergamini, consigliere del Bologna Calcio. Per quanto riguarda il Settore Giovanile, a settembre partirà un software gestionale che permetterà alla società di immagazzinare tutti i dati e i metodi riguardanti i giovani ragazzi rossoblù. L’obiettivo è creare atleti funzionali alla prima squadra in modo tale da avere una parte del ricambio tecnico costruito direttamente in casa. Servirà anche una struttura totalmente nuova, l’idea è quella di costruire una foresteria sul terreno dell’ex cava dietro al centro tecnico Niccolò Galli. 16 milioni di euro i costi finanziati dal Credito Sportivo. Tutta la gestione del Settore Giovanile sarà supervisionata dal direttore sportivo Pantaleo Corvino.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy