Zara: “La Juve? Per i ragazzi del Bologna un grande palcoscenico”

Zara: “La Juve? Per i ragazzi del Bologna un grande palcoscenico”

Alla trasmissione “Quasi Goal” con Rita Mandini è intervenuto il giornalista Corriere dello Sport, Furio Zara, per rispondere alle domande dei tifosi bolognesi.

La prima è stata una domanda sull’avversario che il Bologna affronterà nella prossima di campionato: “Avendo visto la Juventus in Champions ieri sera, è salito un po’ il timore che domenica si possa rivedere la vera Juventus; è tornato anche Kedhira, che ha giocato molto bene in mezzo al campo. Vedremo, sarà una partita davvero complicata, soprattutto per i tanti nostri giovani che scenderanno in campo. Questi ragazzi hanno una grande opportunità, un grande palcoscenico. Sono giocatori di 18 che in 90min sembra che non abbiamo paura di niente. In realtà la cosa è molto diversa; addirittura ieri in conferenza stampa Diawara si è messo anche a piangere, era molto emozionato. I ricordi e i sacrifici che ha fatto per arrivare in serie A sono tornati alla mente; è davvero giovane ed è stato bravissimo a guadagnarsi la maglia da titolare”.

Per quanto riguarda la formazione per domenica, ha così commentato: “Mi aspetto almeno due cambi, immagino ci sarà Brienza a sostenere Destro e Mounier in attacco e assolutamente mi aspetto Gastaldello in difesa, sono ormai passati oltre 4 mesi dal suo stop. Quello con la primavera è stato un test importante. Anche nell’allenamento di ieri è stato provato Gastaldello al fianco di Oikonomou. Torna finalmente esperienza in difesa, non dimentichiamo che i terzini non hanno neanche 21anni e Oikonoumou è alla sua prima esperienza vera in Serie A. Gastaldello dovrà essere capace di gestire un po’ tutto il reparto. Molto probabilmente cambierà anche qualcosa in mezzo, forse ci sarà Taider, giocatore di lotta che ha già colpito la Juve in passato.

Infine ha risposto ad un tifoso che si lamentava della grande mediocrità della squadra: “La squadra non è mediocre, sono giocatori che devono dimostrare ancora tanto, quello è vero. Ci sono almeno 3-4 squadre che hanno una rosa di qualità inferiore alla nostra, però noi siamo indietro rispetto a tutti.
Indietro rispetto anche a squadre come Carpi e Frosinone, il Carpi sicuramente con l’arrivo di Sannino avrà quel momento di furore che porterà qualche punto in più e il Frosinone gioca con la stessa squadra dell’anno scorso e si conoscono tutti molto bene”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy