Salicini: “Pozzo sta giocando con il fuoco”

Salicini: “Pozzo sta giocando con il fuoco”

Marco Salicini ha risposto alle domande dei tifosi rossoblù nella trasmissione Quasi Goal con in studio Rita Mandini.

Prima di tutto ha parlato del cammino della squadra bolognese in campionato e dei cambi tattici attuabili già domenica: “il Bologna visto a Firenze mi ha ricordato il primo tempo contro la Lazio, sicuramente un passo indietro rispetto alle partite contro il Genoa e il Frosinone. Non mi è piaciuta la gestione di Delio Rossi della partita.
La partita di domenica – ha aggiunto – sarà fondamentale; a mio avviso in difesa cambierà qualcosa, affiancherei Oikonomou con un altro centrale lasciando in panchina Rossettini, farei riposare uno tra Ferrari e Masina e farei esordire Falco per far rifiatare Mounier. Falco non dimentichiamo che ha fatto bene quando è partito titolare nella sfida contro il Sassuolo”.

Si soffermato poi sulla condizione dell’Udinese analizzando anche la crisi della squadra da un punto di vista societario: “La squadra bianco-nera sta facendo davvero fatica, Pozzo in questi anni ha un po’ scherzato con il fuoco, il metodo di comprare giocatori a poco, farli diventare campioni e vederli a caro prezzo, non sta più portando i frutti sperati; il vero problema è che questo metodo andava bene nel momento in cui il presidente reinvestiva questi soldi nell’Udinese, ora invece questi soldi li utilizza per comprare altre società.
L’Udinese si è tramutata in una squadra da metà classifica. Colantuono ha ereditato una formazione che giocava malissimo lo scorso anno e che sul mercato ha fatto poco, anche se lui è un ottimo allenatore non può fare magie. Per la partita di domenica dovrebbe essere confermato il 3-5-2 vediamo se cambierà qualche interprete”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy