Monari: “Donadoni ha portato coraggio alla squadra”

Monari: “Donadoni ha portato coraggio alla squadra”

Il commento di Simone Monari

Il Bologna è nono in classifica, una posizione inimmaginabile per i tifosi rossoblu ad inizio campionato. Ora bisogna tenersi ben saldi a tale posizione, allo stesso tempo cercare di conquistare gli altri obiettivi di campionato, facilmente perseguibili, come il continuare a scalare la classifica.

Nell’ultima partita il Bologna non ha dato un’ottima impressione dal punto di vista del gioco, seppur ci sia del rammarico ha pur sempre portato a casa un punto e può capitare. Monari durante “Quasi Goal” ha aggiunto: “La gente non è mai contenta, oggi hanno criticato molto Masina e Destro. Hanno avuto un calo? Può darsi ma c’è di peggio in giro. Effettivamente tra Mbaye e Masina, mi è piaciuto più Mbaye. Masina non sarà al massimo, ha avuto dei problemi qualche giorno fa e anche se non è al top fisicamente ha fatto una partita più che dignitosa. Si poteva osare di più ma sono partite difficili, è vero che il Palermo è una squadra in difficoltà ma tante volte sono queste le partite che presentano più insidie. Io sono rimasto comunque abbastanza soddisfatto del punto, non puoi vincerle tutte. Ho colto di buon occhio questo pareggio, non dobbiamo dimenticarci dov’era la squadra tre mesi fa e ora siamo noni.”

Sicuramente tutto ciò è stato possibile grazie al talento di Donadoni che come mister è riuscito ad imporre un giusto atteggiamento alla squadra. A parlarne Simone Monari durante la trasmissione radiofonica “Quasi Goal”: “Importantissimo il concetto di squadra portato dall’allenatore; Da quando c’è Donadoni le cose sono totalmente cambiate, ed ora siamo davvero una squadra. Donadoni ha portato consapevolezza, ha dato molto coraggio alla squadra, prima tendeva a difendersi mentre ora vanno tutti avanti con coraggio. Donadoni secondo i rumors è corteggiato dal Milan, secondo me, a dispetto del contratto, non ci sono tante certezze ma bisogna ascoltare Donadoni, il quale dice sempre di essere felice di stare qui e che ha una grande squadra. Diciamo però che lascia spesso delle porte aperte. La sua permanenza non è scontata, la sua intenzione è di restare e qui sta bene ma non ci metterei la mano sul fuoco.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy