Saputo: “Grande lavoro di Corvino, lavoriamo anche per il futuro”

Saputo: “Grande lavoro di Corvino, lavoriamo anche per il futuro”

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Il chairman del Bologna Joey Saputo, alla vigillia della sfida con il Pescara, ha rilasciato una intervista sul sito ufficiale del Bologna in relazione alle operazioni di mercato e alla prospettiva che il club ha davanti a sè: “Corvino, con la collaborazione di Marco, ha svolto un ottimo lavoro – ha detto Saputo – siamo in attesa di ufficializzare gli ultimi due acquisti ma posso dire che abbiamo fatto investimenti non solo in funzione dell’immediato. Ci sono state difficoltà a cedere, probabilmente è un problema di regolamenti. Penso che in prestito, a parità di condizioni economiche e di categoria, dovrebbe esserci l’obbligo di accettare la nuova destinazione”. Gli obiettivi: “Per prima cosa la Serie A, poi crescere in maniera graduale. Lopez e i ragazzi hanno fatto un ottimo lavoro, però è vero che abbiamo voluto gettare le basi anche per il futuro. I tifosi hanno capito e stanno reagendo con entusiasmo”. L’errore da non commettere è sentirsi già in Serie A: “La B è un campionato lungo e pieno di insidie, la concorrenza è agguerrita e anche chi non dispone di grandi nomi può metterti in difficoltà. Siamo però consapevoli di tutto ciò e i nostri dirigenti sono concentrati sull’obbiettivo giorno dopo giorno”. In città si respira di nuovo tanto entusiasmo, i tifosi seguono la squadra e la città risponde all’arrivo di una nuova proprietà: “Vedere i mille tifosi occupare la tribunetta di Chiavari è stato fantastico, penso che sia una carica emotiva incredibile e un valore aggiunto importantissimo. Anche domani ci sarà tanta gente allo stadio, i tifosi sanno che il Bologna ha bisogno di tanto supporto perché il Pescara è un avversario molto difficile. Io tiferò da Montreal, in attesa di tornare al Dall’Ara il prima possibile. Per il momento: forza Bologna!”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy