Rossi: “In finale con merito. Cacia? Conta il campo”

Rossi: “In finale con merito. Cacia? Conta il campo”

E’ il momento della classica conferenza di vigilia per il tecnico del Bologna Delio Rossi che domani all’Adriatico si giocherà la finale di andata per andare in Serie A. Momento storico per lui e per il Bologna, non c’è stato troppo tempo per godersi il passaggio del turno e infatti dopo un paio di giornate di allenamento si parte subito per Pescara. Tanti ammoniti e qualche acciacco, il Bologna non si presenta nella condizione migliore alla sfida di domani: “Ci sono giocatori che con una gamba rotta ti danno la disponibilità di giocare e altri che con un’unghia incarnita non se la sentono – ha affermato Rossi – Dipende dalla soglia di dolore che uno ha. A questo punto del cammino tutte le squadre sono stanche ma penso sia sempre la testa che manda le gambe. La differenza la fa l’atteggiamento mentale”. Sotto questo aspetto, il Pescara sembra viaggiare con il vento in poppa con l’avvento del nuovo tecnico Massimo Oddo: “Dal punto di vista mentale anche noi abbiamo voglia ed entusiasmo – prosegue Rossi – la finale ce la siamo meritata e ce la giochiamo. Se saranno più bravi di noi ci toglieremo il cappello. Noi faremo non tutto, ma più di tutto per far sì che il nostro cammino si concluda con qualcosa di importante, anche perché nel calcio non ci sono tappe intermedie e i bilanci parziali non servono a nulla; qui o arrivi o non arrivi”. 

 

Si passa alla tattica, contro l’Avellino Rossi ha schierato un centrocampo diverso ma per il tecnico questa componente è solo una parte del totale, ci sono anche le qualità tecniche e caratteriali da valutare: “La tattica è solo una componente, penso siano più importanti le qualità caratteriali e tecniche, perché se hai Messi puoi raddoppiarlo con la tattica ma se lui ti salta due uomini e va in porta alla fine ha prevalso la sua tecnica. Cerchi di programmare tutto ma c’è sempre qualcosa che sfugge alla razionalità”. A proposito di Avellino, i tre gol subiti sono troppi per una squadra che vuole andare in Serie A: ” Non penso che il problema sia stato in difesa, il pallone non dovrebbe arrivarci in zona difensiva. Poi l’errore del singolo difensore ci può stare ma è stato a livello generale l’errore più grosso”. Dimenticata la semifinale, ora c’è il Pescara dell’allievo Oddo: “Lo conosco bene – ha ammesso Rossi – è intelligente e appassionato, sono contento stia facendo bene ma su questo non avevo dubbi. Ha avuto esperienza in grandi club e sa come affrontare certe dinamiche, ha carisma e poi è figlio del Pescara. Sono indubbiamente una buona squadra e stanno facendo bene ma mi auguro che ci temano perché ci chiamiamo Bologna e perché se siamo qui ce lo meritiamo e abbiamo qualità”. Sui punti di forza del Pescara Rossi risponde: “Ogni squadra ha le sue caratteristiche, devi essere bravo tu a limitare i pregi e scovare i difetti. Comunque, non ho mai pensato alle altre squadre, non ho mai sperato di incontrare una piuttosto che l’altra, pensavo solo ed esclusivamente a portare il Bologna in finale”. Fortunatamente la finale raggiunta ha portato entusiasmo, curva esaurita all’Adriatico e 7mila tagliandi già staccati per il ritorno: “Vince quasi sempre chi ha l’ambiente più sano e tranquillo, per questo ringrazio chi è venuto a vederci e ci ha sostenuto. I giocatori lo sentono se uno invece di fischiarti ti incita, sono cose che fanno la differenza”. 

 

Chiusura sui dubbi di formazione e sul ritorno al gol di Daniele Cacia. La rete dell’ex Verona ha portato con sé anche una refolo polemico che Delio Rossi ha provato a placare: “Non ho ascoltato le parole di Cacia, noi facciamo un lavoro di dominio pubblico e ci possiamo permettere di dire qualsiasi cosa, però dobbiamo dimostrarlo con le azioni in campo. Contano i fatti, poi a partita chiusa uno può dire ciò che vuole. Il nostro unico modo è dimostrare quanto valiamo con i fatti”. Sulla formazione, Rossi è criptico: “Stavolta ho più di due dubbi, alcuni li risolverò stanotte e i restanti domani”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy