Quando gli errori creano lo spettacolo

Quando gli errori creano lo spettacolo

Quanti di voi ieri pomeriggio sono tornati a casa dallo stadio davvero arrabbiati per il pareggio contro la Roma? Ovvio che quei due maledetti legni colpiti da Diamanti nel finale ci hanno strozzato in gola l’urlo della vittoria, ma ieri finalmente ci siamo divertiti anche più di quanto non avessimo fatto nella goleada contro il Chievo. In fin dei conti nel calcio contano la tattica, l’intelligenza, la tecnica individuale e il cuore, ma il risultato migliore è sempre dare a chi paga il biglietto o l’abbonamento televisivo uno spettacolo per godersi due ore della propria giornata. Dopo una settimana piena di tensione forse a Bologna avevamo davvero bisogno di una partita come questa che ci regalasse emozioni forti e che ci ricordasse il motivo per cui tutti noi ci siamo innamorati di questo sport sin da bambini. Ovviamente un risultato finale di 3-3 può arrivare solo a causa di errori da entrambe le parti e ieri ne abbiamo visti alcuni davvero macroscopici, ma il sentimento prevalente ora non può essere che la gratitudine. Bisogna ringraziare Stefano Pioli che ha deciso di puntare su un calcio propositivo nonostante il bisogno impellente di punti in classifica. Bisogna ringraziare i suoi ragazzi che hanno messo in campo tutto quello che avevano anche pagando a carissimo prezzo i propri errori, ma che ci hanno fatto credere fino al triplice fischio finale nella possibilità di portare a casa la vittoria. In particolare bisogna ringraziare Alessandro Diamanti che ha onorato la fascia di capitano tornata al suo braccio con una gara matura e generosa in cui ha impiegato il suo talento sia per i compagni che per la gloria personale. Bisogna forse ringraziare anche Zeman che grazie al suo integralismo tattico è ancora garanzia quasi certa di spettacolo e di partite combattute e ricche di gol. Da oggi però si ricomincia a pensare al mercato che vivrà le sue ultime ore frenetiche, alle critiche, alle contestazioni, ma anche (e oserei dire soprattutto) al prossimo delicatissimo impegno di Pescara che potrebbe essere uno snodo fondamentale per la stagione dei rossoblu. Ieri però i bambini che hanno guardato Bologna e Roma darsi battaglia sul terreno del Dall’Ara molto probabilmente saranno tornati a casa convinti che il calcio è davvero un gran bel gioco e forse questo risultato è ancora più importante di una vittoria.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy