Quando arriva Destro?

Quando arriva Destro?

È una trattativa estenuante quella che Pantaleo Corvino sta conducendo per riuscire a portare Mattia Destro al Bologna. Da quando la Fiorentina, con l’addio di Montella, si è chiamata fuori per l’attaccante e da quando lo stesso Destro, rifiutando il Monaco, ha dimostrato di preferire l’Italia all’estero, il Bologna si è gettato a capofitto sul giocatore, messo sul mercato dalla Roma. Un’operazione tutt’altro che semplice, nonostante la volontà della Roma di fare cassa e del giocatore di rilanciarsi in una piazza importante. Ballano cifre importanti e, quando è così, anche i dettagli fanno la differenza.

Nelle ultime ore in particolare regna parecchia confusione sull’argomento. Proviamo a fare un po’ di ordine, partendo da una certezza: un accordo di massima con le due parti Corvino lo ha già raggiunto. Con i giallorossi l’intesa è stata raggiunta sul prestito oneroso (cifra di poco superiore al milione) con obbligo di riscatto fissato intorno ai 10 milioni. Qualcuno – nello specifico La Gazzetta dello Sport – parla anche dell’ipotesi di un “diritto di recompra” da parte della Roma, ma questa pare più essere un’ipotesi fantasiosa che altro: la Roma contava di essersi già liberata del giocatore a gennaio, con il prestito al Milan, e il fatto che i rossoneri non abbiano esercitato il diritto di riscatto che vantavano è stato vissuto molto più come un problema che altro, quindi…

Anche con l’entourage del giocatore siamo a buon punto: Corvino sta cercando di colmare la differenza tra la sua offerta e le richieste del giocatore inserendo bonus sul rendimento e proponendo un contratto pluriennale: alla richiesta di un contratto triennale a cifre vicine ai 2 milioni a stagione, il ds salentino avrebbe risposto con la proposta di un contratto quinquennale a cifre comprese tra gli 1,3 e 1,5 milioni di euro più bonus, riscontrando il favore del giocatore. Le ipotesi Norwich e Bayer Leverkusen avanzate nelle ultime ore dovrebbero rimanere tali perché, nonostante le cifre offerte siano maggiori a quelle messe sul piatto dal Bologna, la ferma volontà del giocatore (come già detto) è quella di rimanere in Italia, anche per giocarsi appieno la possibilità di essere convocato da Conte per gli Europei della prossima estate.

Insomma, le probabilità che Destro arrivi a Bologna sono estramente elevate, ma per la conclusione dell’affare potrebbe servire ancora un po’ di tempo, perché la definizione dei bonus richiede tempo e perché Destro pretenderebbe di ricevere dalla Roma una buonuscita (quantificabile all’incirca in un milione di euro), promessa al giocatore a gennaio, ai tempi del trasferimento al Milan. Appena tutti i tasselli del mosaico saranno al loro posto arriverà la tanto sospirata fumata bianca. Quando questo avverrà, però, non è facile prevederlo: forse oggi, più probabilmente domani o, chissà, a cavallo di ferragosto, ma (quasi) sicuramente in tempo utile per vedere l’attaccante ascolano in campo alla prima di campionato contro la Lazio. Non ci resta che attendere, consci però di un fatto: il problema non è il “se”, ma solo il “quando”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy