Perchè il Genoa vuole Portanova?

Perchè il Genoa vuole Portanova?

L’idea a Preziosi non è certamente venuta ieri quando abbiamo pubblicato la notizia, ma parecchie settimane fa quando è stato chiaro a tutti che il Genoa avrebbe fatto fatica a salvarsi. Il campionato è tutto in salita per i liguri e quindi la dirigenza ha capito di aver bisogno di calciatori d’esperienza che sappiano lottare senza paura nel fango della bassa classifica trainando dietro di sè lo spogliatoio. Dopo essersi assicurato l’atalantino Thomas Manfredini, il Genoa ha continuato a pressare per Daniele Portanova che è il giocatore perfetto per questo tipo di missione. Ne sono una prova evidente i nove campionati consecutivi senza retrocessioni disputati con le maglie di Siena e Bologna dal 2004 a oggi. Non può poi essere un caso che i toscani siano retrocessi proprio l’anno successivo alla cessione di Portanova al Bologna nell’ambito di uno scambio con Terzi voluto dall’allora direttore generale bianconero Roberto Zanzi (oggi ai felsinei). Il presidente genoano Preziosi inoltre conosce bene l’importanza del capitano all’interno dello spogliatoio rossoblu ed è consapevole di poterne indebolire la coesione grazie a questo colpo di mercato. Se saranno confermate le cifre (circa 1,5 milioni di euro) non si potrà certamente parlare di un affare a livello economico, ma le casse del Genoa possono permettersi di affrontare anche spese di un certo livello pur di mantenere la Serie A. Bisogna poi aggiungere che se anche la trattativa per qualche motivo alla fine saltasse, tutto questo avrebbe comunque portato ansia e preoccupazione nell’ambiente rossoblu destabilizzandolo e creando nuovi problemi a mister Pioli. Si tratta di trucchi che nel mondo del calcio bisogna conoscere e saper usare al momento giusto. Preziosi li conosce tutti e Guaraldi?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy