Out Marchetti, Klose e Djordjevic, recupera De Vrij. E in casa Lazio la testa è già a mercoledì

Out Marchetti, Klose e Djordjevic, recupera De Vrij. E in casa Lazio la testa è già a mercoledì

Il primo avversario del Bologna in campionato, come tutti già sapete, sarà la Lazio dell’ex mister Stefano Pioli, tra i principali artefici, l’anno passato, del sorprendente campionato che ha permesso ai biancocelesti di concludere al terzo posto e di conquistare così la qualificazione ai preliminari di Champions League. Preliminari che la Lazio si trova a disputare proprio a cavallo del debutto in campionato contro il Bologna, fattore che, per forza di cose, non potrà non pesare sulla testa e sulle gambe degli uomini di Pioli, usciti vincitori dopo la sfida di andata grazie alla rete messa a segno dall’ammutinato Keita.

L’ispano-senegalese era subentrato all’infortunato Klose, per cui l’esito degli esami a cui ieri si è sottoposto il giocatore hanno confermato la presenza di una lesione muscolare al flessore della coscia sinistra. L’attaccante tedesco, quindi, non sarà della partita, come del resto il compagno di reparto Filip Djordjevic, ancora alle prese con l’infortunio alla caviglia che lo sta facendo penare da diversi mesi. Altra assenza importante sarà quella di Federico Marchetti, che proverà di recuperare miracolosamente dalla doppia frattura alle costole in tempo per la partita di Leverkusen, ma che domani sicuramente non ci sarà.

Disponibile invece Stefan De Vrij, che ha recuperato dai problemi fisici accusati nell’ultima settimana e che Pioli dovrebbe comunque proporre dal primo minuto: troppo importante il centrale olandese per gli equilibri difensivi della Lazio per farne a meno, anche se la Champions all’orizzonte potrebbe far titubare Pioli. Ballottaggio a tre, comunque, per il ruolo di spalla di De Vrij, con Gentiletti che parte in leggerissimo vantaggio su Mauricio (titolare in coppa) e sul giovane olandese Wesley Hoedt, in leggero svantaggio rispetto ai due compagni nel caso in cui De Vrij venga tenuto precauzionalmente a riposo. A sinistra rientrerà Radu (squalificato martedì sera), mentre a destra agirà Basta.

A centrocampo, tutti a disposizione di mister Pioli, che potrebbe ricorrere a un po’ di turnover: almeno uno tra Biglia e Parolo partirà dalla panchina, con almeno una tra Cataldi e Milinkovic-Savic pronto invece a partire dall’inizio, mentre Lulic dovrebbe tornare a occupare il ruolo di mezzala sinistra, dopo essere stato impiegato da esterno di sinistra per sostituire Radu in coppa. Non ci sarà sicuramente Mauri, che è già tornato ad allenarsi con i compagni e che a breve ritornerà ufficialmente a essere un giocatore della Lazio. In avanti, vista la contemporanea assenza di Klose e Djordjevic, dovrebbe essere Keita a partire dal primo minuto, con Pioli più propenso a far riposare uno tra Candreva e Felipe Anderson. In loro vece dovrebbe giocare l’olandese Kishna, anche perché il giovane attaccante si è messo in buona evidenza in settimana, segnando una tripletta nel test amichevole disputato contro la Primavera biancoceleste.

Questa dunque la situazione in casa Lazio, che di sicuro non affronterà la partita di domani sera nelle migliori condizioni atletiche e – soprattutto – mentali. La speranza è quella di rivedere la squadra protagonista di un precampionato deludente e non quella caparbia e tenace di martedì con il Leverkusen. Attenzione a un altro fattore che potrebbe pesare domani sera: la curva Nord rimarrà all’esterno dello stadio Olimpico, in aperta polemica con le nuove disposizioni anti-violenza.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy