Non dimentichiamoci del campionato

Non dimentichiamoci del campionato

Le voci di mercato continuano a tormentare le giornate dei tifosi rossoblu, ma è fondamentale che tutti noi teniamo anche gli occhi ben puntati sul lavoro di Pioli e dei suoi ragazzi che stanno cercando di conquistare un’altra salvezza difficilissima. Nell’animo di tanti appassionati infatti si sono riaccesi pericolosi campanelli d’allarme ma, smaltite la rabbia e l’adrenalina postpartita, analizziamo oggi la nuova classifica di Serie A. Il Bologna è rimasto fermo a quota 21 punti e alle sue spalle si sono mosse solo il Cagliari che ha pareggiato a Bergamo e il Siena che ha colto un insperato successo a Genova contro la Sampdoria. La zona bollente per la retrocessione resta quindi a quattro punti di distacco dai rossoblu che possono ancora guardare con fiducia al possibile recupero su Chievo e Atalanta che distano rispettivamente quattro e due punti. In pratica si può dire che il Bologna ora avrebbe tante possibilità di retrocedere quante ne avrebbe di piazzarsi a metà classifica. La notizia migliore del weekend è stata sicuramente la vittoria del Siena che vincendo al Franchi ha bloccato la Sampdoria a 21 punti come il Bologna accorciando allo stesso tempo il distacco in coda con Palermo e Genoa che ora sentono sempre di più il fiato sul collo e rischiano di restare impantanate nella zona retrocessione.

A Milano è arrivata per i rossoblu la dodicesima sconfitta in campionato di cui ben 9 subite in trasferta, ma nonostante questo semi-record negativo (solo il Pescara ha fatto peggio) il Bologna può sorridere grazie ad una differenza reti pari a -2 che la rende la migliore delle ultime nove squadre. Questo è infatti un dato importante che rappresenta l’equilibrio generale della squadra e ci dice che, tra le pretendenti alla salvezza, i rossoblu tendono a subire tanti gol quanti ne realizzano dimostrando una buona tenuta difensiva. Il dato è ancora più significativo se confrontato con quello delle altre squadre che oscillano tra il -7 della Sampdoria e il -22 del Pescara. Purtroppo però il Bologna non solo in trasferta va spesso incontro alla sconfitta, ma la maggior parte delle volte (per la precisione 7) la subisce senza riuscire neanche a trovare la via del gol. Ovviamente è presto per stilare tabelle e anzi sarebbe dannosissimo iniziare anche solo a pensarci, ma la classifica oggi parla di squadre nettamente più in difficoltà dei rossoblu che comunque devono iniziare a lavorare sulla mentalità giusta per rendere al meglio anche lontano dal Dall’Ara. Senza dimenticare però che nel girone di ritorno il Bologna affronterà in casa le sfide importantissime contro Siena, Cagliari, Torino, Sampdoria e Genoa avendo già ribaltato a proprio favore il doppio confronto con il Chievo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy