Lopez: “Mi aspettavo un’altra partita, dobbiamo dare di più”

Lopez: “Mi aspettavo un’altra partita, dobbiamo dare di più”

Pareggio deludente e carico di sofferenza, che tiene comunque il Bologna al secondo posto.  Diego Lopez prova a spiegarlo così: “Oggi ci sono state due partite in una, in dieci poi siamo stati più coraggiosi e siamo anche risultati pericolosi ripartendo in 2-3 circostanze. Ma dobbiamo essere più determinati già dall’inizio, l’ho detto ai ragazzi, è un peccato tornare all’intervallo negli spogliatoi per spiegare nuovamente quanto detto all’inizio, anche perché sono partite importanti e quindi devi essere concentrato sin da subito. Dovevamo essere pronti, perché sapevamo dove poter far male e chi stavamo affrontando”. L’ultima sostituzione, quella che ha visto Masina entrare in campo al posto di Sansone a 10’ dal termine, ha lasciato un po’ tutti a bocca aperta. Tutti tranne il mister: “Ho preferito Masina perché ha fatto quel tipo di lavoro altre volte e ha la forza fisica per ribaltare l’azione, come ha fatto una volta entrato in campo” ha dichiarato Lopez, che ha poi proseguito parlando di alcuni singoli: “Krsticic era difficile vederlo da subito per tutta la partita, è stato fuori molto e mi aspettavo una prova non brillante, così come per Mancosu. Acquafresca? Fa parte del gruppo, anche lui era infortunato da un po’ e l’ho scelto perché in quel momento mi dava più sicurezze in quanto mi serviva uno che teneva palla facendoci salire”. Qualche domanda è arrivata riguardo lo score di punti delle ultime settimane e le avversarie che incombono, ma Lopez seccamente ha risposto così: “Sono calcoli che fate voi, io non li faccio. Vicenza e Frosinone? Non li guardo, non li guardo”. Infine un po’ di sana autocritica, in vista di un finale di stagione davvero complicato: “Dobbiamo dare di più, io in primis, ed è normale che mi aspettavo un altro tipo di partita”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy