Lo sbarco della famiglia Saputo

Lo sbarco della famiglia Saputo

di Manuel Minguzzi

E’ atteso nella notte tra giovedì e venerdì lo sbarco di Joey Saputo, il chairman del Bologna tornerà in città per godersi lo scontro diretto con il Vicenza, una partita che potrebbe essere decisiva per le sorti della promozione. Non sarà solo il magnate canadese, con lui mamma Mirella e papà Lino, il creatore dell’impero caseario da 4.8 miliardi di dollari. Ieri era circolata la voce che il capostipite della famiglia fosse in procinto di entrare nel cda del Bologna, in realtà al momento la notizia non è confermata, anzi, da Casteldebole filtrano ferme smentite. Rimarranno fino a domenica e poi rientreranno tutti in Canada. Sarà dunque importante far percepire la partecipazione del pubblico bolognese allo stadio, davanti al proprietario della squadra e con una partita importantissima da giocare. Lino Saputo dovrà toccare con mano il calore del tifo made in Bologna e convincerlo, semmai ce ne fosse bisogno, della bontà della scelta del figlio di acquistare una società di calcio italiana. Quando si parla della famiglia Saputo e dei suoi prodotti caseari, immediatamente si getta uno sguardo alle tante realtà emiliane del settore anche se al momento non sarebbero previste cessioni imponenti di aziende della zona. Di certo, qui c’è terreno fertile per esportare i prodotti Saputo o ampliare il business in questo campo, vedremo quello che accadrà ma è chiaro che una fonte di introito sarà basilare oltre allo stadio e ai diritti tv. Al momento Joey Saputo si è speso nella ricapitalizzazione del club in una sorta di investimento a fondo perduto per evitare che il disastrato bilancio del Bologna portasse al fallimento. E’ chiaro però che il canadese non è intenzionato a metter dentro decine di milioni di euro senza creare una forma di autosostentamento del club. 

 

E’ giunto il momento per il Dall’Ara di tirare fuori l’abito migliore ed indossarlo per questa occasione di festa, nella speranza che anche la squadra regali tre punti al nuovo proprietario rossoblù. Per quanto riguarda Tacopina, il presidente sembra intenzionato a restare fino alla partita di martedì contro il Latina per poi ripartire il giorno seguente. E stato proprio il numero uno rossoblù durante la convention di ieri sera di Nettuno Tv ad ammettere la presenza di Lino Saputo venerdì sera negando una sua possibile entrata nel cda del Bologna.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy