Gilardino: “Il mio futuro a Bologna? Ancora non so niente”

Gilardino: “Il mio futuro a Bologna? Ancora non so niente”

Tocca ad Alberto Gilardino parlare oggi, e la punta del Bologna ha un’idea chiara sulla gara contro la Roma: “Se analizziamo bene la partita è stato un punto guadagnato. C’è rammarico per i due pali di Diamanti, ma la Roma è una squadra che sì, concede tanto, ma che fa altrettanto male quando riparte. È andata bene così”. Le prossime due partite (a Pescara e in casa con il Siena) potrebbero rappresentare la svolta della stagione: “Abbiamo già la testa a Pescara. Non dobbiamo certo aspettarci la squadra che ha perso a Genova – prosegue l’attacante biellese – sicuramente troveremo una squadra che andrà forte. Ma anche noi prepareremo bene la partita”.

Il campione del mondo si dice inoltre soddisfatto della sua stagione: “Sono contento di come sto sia fisicamente, sia di come  sono posizionato in campo. Sin qui ho fatto nove gol ma voglio farne altri. L’anno scorso ho avuto dei problemi fisici che mi hanno fermato, mentre quest’anno sto bene”. Ha da poco scavallato quota 150 gol in Serie A, e il presidente onorario del Bologna Gianni Morandi spera che possa sfondare la soglia dei 200 con addosso la maglia rossoblù: “Sì voglio arrivare a 200 gol. Domenica abbiamo giocato contro Totti, che quella quota l’ha superata. A 36 anni è un giocatore imprescindibile per la Roma: se alla sua età sarò in forma come lui, a 200 reti ci posso arrivare pure io”. Ma non è finita, adesso arriva il bello, si parla del futuro: “Se avrò la maglia del Bologna ancora addosso? Non lo so, a fine campionato le società e il mio procuratore ne parleranno e vedremo. Io qua mi trovo bene, ma penso solo al presente”.

Domenica in tribuna c’era anche Prandelli: “Non penso ci siano spiragli per me in Nazionale, credo che il mister abbia altre idee in testa. Io cerco di stare in condizione e di dare il massimo, perché per me sarebbe un onore tornare in maglia azzurra. Ma adesso ci sono altri davanti a me nella visione del c.t.”.

Una considerazione, infine, sui suoi due compagni di tridente: “Diamanti quest’anno ha raggiunto una maturità eccezionale, è il trascinatore della squadra. Gabbiadini è un giocatore giovane e di grande prospettiva, tra i migliori in Italia”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy