Fenucci: “Pochi club in Italia hanno la nostra progettualità”

Fenucci: “Pochi club in Italia hanno la nostra progettualità”

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Unidici milioni di Euro pagati dalla società negli ultimi 40 giorni, tra ingaggi e cartellini (6 giocatori nuovi di zecca acquistati per la risalita verso la Serie A) ed Agenzia delle Entrate (7 milioni).  Come dire, se ancora qualcuno dovesse strorcere il naso, il duo Joey-Joe quando c’è da tirare fuori la “pilla”, la tira fuori senza battere ciglio. Certo, è ancora abbastanza comprensibile rimanere increduli davanti a così tanta opulenza, da queste parti lo sappiamo bene, visti i precedenti, invece, sorpresa delle sorprese, il tifoso bolognese dovrà cominciare ad abituarsi a pensare un po’ più in grande del solito. Un paio di giorni fa, a Bologna, il capo della Ryan Air, Michael O’Leary, oltre a presentare i nuovi voli della sua compagnia aerea dal Marconi, ha parlato anche di calcio e, seguendo la sua sottile linea di pensiero, tutti noi nati all’ombra delle Due Torri ci auguriamo che capiti quello che è capitato a lui: “Sono tifoso del Manchester City da 45 anni. I primi 35 sono stati una sofferenza tremenda, mentre gli ultimi 10 una goduria assoluta”. Bene, qui a Bologna non vogliamo certo vincere sin subito delle Champions League, ma solo ricalcare la metà della metà di quello che sta facendo lo sceicco Mansour per la sua squadra, sarebbe qualcosa di straordinario. 

Intanto accontentiamoci delle parole al miele dell’amministratore delegato Fenucci, espresse ieri pomeriggio durante la presentazione di Gastaldello: “In Italia solo due o tre club hanno una progettualità superiore a quella Bologna”. Bilancio, stadio e centro tecnico: la proprietà americana sarà sul pezzo su tutti e tre i fronti.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy