ESCLUSIVA TBW – Bazzani: “Impossibile giocare sempre bene, massima fiducia in Lopez”

ESCLUSIVA TBW – Bazzani: “Impossibile giocare sempre bene, massima fiducia in Lopez”

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

di Piermichele Basile

Bologna poco prolifico sotto porta ma granitico dietro, poi il cambio societario, l’arrivo di Corvino e quello dei nuovi acquisti. Di tutto questo abbiamo parlato con un grande tifoso rossoblù: Fabio Bazzani.

Caro Bazzani, come giudica il cambio di proprietà? Ora il Bfc è più solido.

“C’è una proprietà importante e che farà il bene del Bologna. A livello societario c’è forza economica e competenza per ripartire e ritornare a grandi livelli. Direi che siamo giunti nel punto che noi tutti ci auguravamo di raggiungere”.

Anche in tema mercato c’è una garanzia: Pantaleo Corvino.

“E’ uno dei migliori nel suo campo, la carriera parla per lui. In passato ha sempre scoperto talenti e portato giocatori forti nelle squadre in cui è stato. A Bologna sono stati presi a gennaio sei acquisti dalla A e ci sono tutti i presupposti per risalire, è chiaro che sarà il campo a determinare i valori e la crescita della squadra”.

Ecco, la squadra, secondo lei è da Serie A?

“La squadra è buona, Fusco ha costruito un gruppo che era già secondo e ora si tratta solo di dare tempo ai nuovi arrivati. C’era qualche mancanza strutturale ma sono stati fatti degli aggiustamenti. Mancosu, Sansone e Gastaldello sono acquisti di livello, dovrà essere bravo Lopez ad inserirli senza perdere il contributo di chi c’era prima. Non si può accantonare di punto in bianco chi ti aveva portato alla seconda piazza”.

In tutto questo, dopo lo zero a zero con la Ternana, Lopez non convince i tifosi.

“Non sono d’accordo, bisogna giudicare a 360° e non solo da una prestazione opaca. Lopez ha creato un gruppo dal nulla e in un momento di incertezza, ha lavorato in condizioni precarie all’inizio e non era affatto facile. Dimenticare quanto di buono fatto prima è sbagliato solo per uno uno zero a zero casalingo”.

Il bel gioco però latita.

“Non vedo tante squadre giocare bene in giro, nemmeno in Serie A. E poi: nessuno gioca sempre bene, ci sono degli alti e bassi all’interno di una stagione. Credo sia solo un momento di appannamento, una volta che Lopez avrà inserito i nuovi costruendo un gioco in base alle loro caratteristiche le cose andranno meglio. Il Bologna, ad ogni modo, ha il grande pregio di prendere pochi gol, aspetto fondamentale per risalire e vincere il campionato. Serve poi un impianto organizzato e il Bologna ce l’ha”.

Veniamo, infine, a lei: la stagione del Mezzolara?

“Complicata, lottiamo per evitare i playout e al momento siamo virtualmente salvi. C’è stato anche un cambio di allenatore un mese fa e siamo dovuti ripartire da zero, l’annata non è facile e anche io ho avuto diversi infortuni. Crediamo però nella salvezza e lotteremo fino alla fine per questo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy