Delio Rossi: “Vicino a Lopez, daremo il massimo”

Delio Rossi: “Vicino a Lopez, daremo il massimo”

Premi f5 per aggiornare

La conferenza stampa di Delio Rossi è finita

Sulla Samp: “Mi son lasciato bene con tifosi e società, tutte le squadre che ho allenato mi rimangono nel cuore perchè sono fatto così. Su Ferrero? Non ci siamo conosciuti, probabilmente se mi avesse conosciuto avremmo risolto in fretta”

Sul contratto: “E’ la prima volta che accetto un contratto di questo tipo, e c’è sempre una prima volta”

“Ho visto giocare il Bologna come ho visto altre squadre, non con l’occhio specifico che ho da due giorni. Penso che più che conoscere gli altri in questo momento ho bisogno di conoscere il mio gruppo, non posso focalizzare la mia attenzione su tutti gli altri”

Sul gruppo: “Gruppo molto professionale, consapevoli che ci si aspetta tanto da loro e per questo non voglio che li carichiamo troppo di pressione, perchè poi è controproducente. Poi ovvio che quello che conta è quello che succede in partita”

Su Lopez: “Un’altra cosa che tengo a dire è spendere una parola per il mio collega (Lopez, ndc), so cosa significa non finire un lavoro, so quanto sia lacerante e voglio essergli vicino in questo momento difficile”

Su Di Vaio: “Mi ha fatto piacere rivederlo, l’ho lasciato ragazzo e adesso lo ritrovo dopo tanto tempo. L’ho sentito al telefono e ho pensato a come cambia la vita: lui prima era giocatore e pensava a sè stesso, adesso pensa a tutti gli altri, è diventato un uomo. E’ una brava persona e vuole bene al Bologna, mi fa piacere lavorare con lui”

Domanda a Corvino sulla scelta: “Sono responsabilità che un responsabile non vorrebbe mai trovarsi, scelte dolorose che allo stesso tempo fanno capire che non si stanno raggiungendo i risultati prefissati. Quando sono arrivato, ho detto che seppur non avevo scelto io il mister avrei sposato il suo progetto come se lo avessi proposto io. La squadra in canna aveva 21 match ball, e per 16 volte siamo stati secondi assoluti e non si può pensare di cambiare in quella situazione. Anche se la squadra non girava, pensavamo che qualcosa potesse scattare per svoltare e arrivare alla fine raggiungendo l’obiettivo. Poi ti rendi conto che dopo 16 match ball la scossa non arriva, e ho pensato che era giusto mettere in evidenza questa possibilità, vagliata collegialmente come sempre facciamo in società. Alla luce di quanto visto nel girone di ritorno, sempre secondi, abbiamo pensato che qualcosa poteva scattare per migliorare, questo non c’è stato e abbiamo dovuto prenderne atto”

Sulla promozione diretta: “Non lo so se sia sfumata, fino a dieci giorni fa non avevo questo problema. Non voglio illudere nessuno, ragioniamo una partita alla volta poi vedremo. Devo essere sincero: se mi facevo tutti questi problemi, probabilmente non avrei accettato”

“Sul discorso tattico un’idea ce l’ho, ma bisogna verificarla in campo tenendo in considerazione chi ho a disposizione. Oggi primo approccio, troppo presto per dare un giudizio. Secondo me ci sono i margini per raggiungere l’obiettivo, potrebbe essere gratificante. Ho voluto la bicicletta, adesso devo pedalare”

Ancora Rossi: “Non conosco solo il piccolo blocco Samp, ci sono altri che conosco come Laribi e Matuzalem. Penso che non esista adesso lavorare sul fattore mentale, perchè altrimenti serviva uno psicologo e non un allenatore, si deve lavorare a 360° cercando di dare sicurezza al gruppo”

Sul mancato approdo nel 2010: “Mi aveva contattato il presidente con il direttore sportivo, ci siamo incontrati in un albergo a Roma ma io avevo già l’accordo con un’altra società. Per una questione di rispetto, io anche se mi chiamano dalla C vado a parlare, è una questione di rispetto”

Sulla B attuale: “Il campo è sempre 105×68, in tutti i campionati, poi magari cambiano gli interpreti. La B non è eccelsa dal punto di vista tecnico ma magari questo aspetto viene sopperito sotto l’aspetto fisico. Ci sono molti colleghi giovani bravi, e vincere è sempre difficile. Io sono venuto qui per vincere, con la mentalità da serie A e la massima umiltà cercando di calarmi in questa realtà. Dalla tv ti fai un’impressione, ma a me piace toccare con mano come San Tommaso”

Sulle parole di Saputo: “Mi sono presentato, gli ho spiegato il mio curriculum e da dove sono partito. Onestamente non penso di avergli fatto una buona impressione, non l’ho fatta nemmeno a mia moglie, mi sono solo presentato e mi fa piacere se Saputo ha apprezzato”

Parola al mister: “Ci sono due esigenze che vanno di pari passo: fare presto e bene. E’ stimolante. Sicuramente posso incidere, non faccio miracoli ma posso lavorare sulle qualità e sulle motivazioni dei ragazzi in questo momento particolare. Adesso non si può fare tanto, ma qualcosa di semplice sì. Potevo benissimo stare a casa, ero sotto contratto con la Samp, ma era stimolante rimettersi in gioco, seppur in una categoria diversa, in una piazza importante con una società che sicuramente ci sarà in futuro. Non si può vivere di passato però, e per avere futuro bisogna vivere intensamente il presente, la situazione è delicata in una B difficile. Anche voi dovete darmi una mano, dovete starmi vicino”

Interviene Fenucci: “Buongiorno a tutti, grazie di essere qui. Siamo qui per presentare il nostro nuovo allenatore, personalmente io e Pantaleo lo conosciamo bene. Cambiare un allenatore, come detto ieri da Saputo, è sempre una scelta difficile sotto il profilo tecnico e umano, Lopez ragazzo che ha lavorato sempre con dedizione. Ci sono dei momenti però in cui certe scelte vanno prese per raggiungere gli obiettivi prefissati, ripartiamo con un allenatore che ringraziamo perchè ha fatto una scelta significativa, per tre partite e speriamo anche per il prossimo anno perchè vogliamo la A. Convinti che Delio possa aiutarci grazie alla professionalità e all’entusiasmo. Scelta collegiale, partita da chi gestisce l’area tecnica e condivisa da tutti. Saluto ancora Lopez e gli auguro una carriera felice e fortunata”

Foto di rito in corso

Sono arrivati Rossi, Fenucci e Corvino

Già affollatissima la sala stampa qui al centro tecnico di Casteldebole, tra circa dieci minuti dovrebbe iniziare

Buongiorno amici di TBW, in diretta da Casteldebole seguiremo per voi la conferenza stampa di presentazione del nuovo allenatore del Bologna Delio Rossi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy