Coppola e Laribi salvano il Bologna, a Crotone tre punti poco brillanti

Coppola e Laribi salvano il Bologna, a Crotone tre punti poco brillanti

Un Bologna coriaceo ma poco brillante espugna Crotone al termine di una partita brutta e che ha visto i rossoblù uscire indenni con il minimo sforzo offensivo e il massimo difensivo. Tre interventi decisivi di Coppola consentono al Bfc di portare a casa tre punti fondamentali nella rincorsa alla Serie A nonostante il match non sia stato di certo per palati fini. Ci si aspetta che siano i secondi della classe a ravvivare almeno a fiammate la contesa, invece sono i padroni di casa a creare le occasioni più nitide da rete. C’è anche il dubbio di un errore arbitrale quando sullo zero a zero Dezi incassa dopo una valida respinta di Coppola su incornata di De Giorgio, il gol appare regolare per la posizione di Masina che terrebbe in gioco il mediano crotonese. Chissà se quel gol avrebbe potuto cambiare le carte in tavola, di sicuro risulterà decisiva l’indecisione di Stojanovic su un tiro cross di Laribi che si insacca nel sette con l’ex rossoblù troppo fuori dai pali per fare in tempo a rientrare. Parte da lì, al 24′, la rincorsa alla vittoria del Bologna che comunque appare immeritata se consideriamo la torsione che permette, poco più tardi, a Coppola di deviare un altro colpo di testa; stavolta di Terregrossa. Il Bologna la scampa per la seconda volta, mettendo in mostra qualche limite sulle palle alte, vera e unica arma messa in mostra dai padroni di casa.

 

Nella ripresa lo spartito non cambia, la manovra bolognese continua ad essere farraginosa mentre il Crotone non fa altro che mettere in campo l’unica qualità che può presentare: la grinta. Ecco perché la partita risulta spezzettata e poco avvincente. Gli ospiti sostanzialmente la chiudono grazie ad un assist di Ceccarelli (bravo ad addomesticare una palla che stava uscendo) per l’accorrente Laribi lesto a scaricare un diagonale basso che trafigge per la seconda volta Stojanovic. Per l’ex Sassuolo è il settimo gol in campionato, un rendimento che ha portato in dote al Bologna 18 punti, da qui la consapevolezza di come Lopez non possa fare a meno del suo tuttofare del centrocampo. La partita pare sostanzialmente chiusa ma i padroni di casa usufruiscono di un penalty dubbio per un fallo di mano di Oikonomou in caduta, dal dischetto va Torregrossa che si ritrova davanti un Coppola in versione extralusso: deviazione e tutti a casa. Vittoria in saccoccia e morale dei padroni di casa a terra. Lì si spalancano le porte del contropiede nonostante Mancosu ne sprechi clamorosamente uno in doppia superiorità numerica non servendo Cacia. La vince il Bologna scavando nelle pieghe della partita, tre punti da grande squadra, un’altra vittoria in stile Chiavari per una squadra che sotto il profilo del gioco mostra qualche stento. Alla fine conta il risultato, e su quello dubbi non ce ne sono.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy