Zero punti con rammarico

Zero punti con rammarico

I rossoblù perdono immeritatamente contro il Milan. Lunedì bisognerà vincere, per scacciare ogni dubbio sulla salvezza
di Simone Sabattini

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Il Bologna esce sconfitto da San Siro e perde la tranquillità nel finale di match, quando Di Bello espelle due rossoblù per proteste. Non è un’ottima notizia in vista del Parma, essendo tre i titolari assenti, in un match importante che potrebbe certificare la salvezza matematica. Adesso la situazione andrà gestita al meglio, per evitare strani pensieri in merito alla classifica, con un Empoli che ha ridotto a cinque le lunghezze di distacco proprio dal club emiliano. Il Bologna pur disputando un’ ottima partita, come già successo in occasione dei match contro Juve e Roma, non riesce a portare a casa dei punti che sarebbero meritati. Nella partita di ieri sono riemersi alcuni problemi che hanno caratterizzato l’intera stagione rossoblù, con due gol evitabili. Nel primo tempo il Bologna domina in lungo e in largo ma non riesce a concretizzare le proprie occasioni finendo, immeritatamente, sotto nel punteggio. Nella ripresa i rossoneri trovano il goal del 2-0 con Borini, rete che si pensava potesse chiudere il match anzitempo. Mihajlovic, però, non ci sta e prova a raddrizzare la partita mettendo dentro tutti i suoi attaccanti. Il primo di questi è l’ingresso di Destro, che si fa chiamare sempre pronto, accorciando il risultato. Dall’espulsione del rossonero Paquetà la partita cambia e i rossoblù non riescono ad approfittare dell’uomo in più. Di Bello cambia metro di giudizio cominciando a fischiare tutto a favore del Milan. Di Bello inoltre gestisce molto male il finale di match dove praticamente non si è giocato, tra perdite di tempo varie sui rinvii e rimesse in gioco e banali falli cercati dai rossoneri per perdere ulteriore tempo.

Negli ultimissimi minuti di match il Bologna si complica da solo la vita e, a causa del nervosismo, perde la testa.  Sansone “casca” nella provocazione di Kessie e l’arbitro lo espelle. Triplice fischio e arriva la seconda espulsione per Dijks che, arrabbiato per il finale di partita, viene anch’esso espulso per proteste (l’olandese rientrerà solamente per l’ultima partita di campionato). Lunedì prossimo bisognerà ripartire dalla buona prestazione di ieri (nonostante il risultato ingrato) e andare a prenderci la salvezza contro un Parma alla ricerca di punti per la salvezza matematica.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy