Zeman e quel “no” alla panchina rossoblù

Zeman e quel “no” alla panchina rossoblù

Stava per diventare l’allenatore del Bologna poi scelse Cagliari. Zeman e quell’amore antico dei tifosi

Come sottolinea il Resto del Carlino, tre anni fa Zeman fu a un passo dal diventare l’allenatore del Bologna: ma in extremis disse no e scelse il Cagliari.

Col club retrocesso in B, sull’orlo del fallimento e a rischio iscrizione al campionato, il Boemo non se la sentì di accettare l’offerta del presidente Guaraldi e del diesse Fusco e dopo un lungo corteggiamento scelse la panchina del Cagliari in serie A.

La stima per il Boemo, dice il quotidiano,  ha radici profonde e poggia sua due pilastri: l’attrazione per il ‘bel gioco’ e la vicinanza a un uomo che è sempre stato il paladino del calcio pulito negli anni in cui qualcuno, lassù, giocava sporco.
“Ho ancora tanta voglia di allenare”, ha detto Zeman a chi gli chiedeva quali fossero le motivazioni di un allenatore che ha appena soffiato sulle settanta candeline.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy