Zara: “Situazione compromessa”

Zara: “Situazione compromessa”

Furio Zara ha commentato la situazione del Bologna a Quasi Gol

Furio Zara, giornalista di Stadio, è intervenuto alla trasmissione Quasi Gol su Rete 7. La situazione del Bologna è ormai di crisi conclamata e sabato Rossi si gioca la panchina da allenatore sfiduciato: “Rossi è un uomo solo, ma non è detto sia al comando – ha affermato Zara – La società gli ha dato fiducia ma sta sondando il terreno in caso di sconfitta sabato, la situazione è spiacevole e gestirla è difficile. Una vittoria darebbe tempo a Rossi e sollievo alla dirigenza ma la situazione è compromessa, serve una vittoria convincente aprendo un altro scenario sul futuro. Solo tre punti manterrebbero Rossi sulla panchina ma la fiducia nei suoi confronti non aumenterebbe”.

Sui possibili sostituti: “Bisogna capire chi decide in società, il Bfc si è mosso in due direzioni. La prima un allenatore di peso che portasse avanti il progetto, Montella, ma costa troppo e poi aspetta il Milan per capire se c’è la possibilità di andare là. Poi c’è la soluzione tampone, un allenatore che raggiunga l’obiettivo salvezza. poi si ripartirà da zero”. Sui troppi cambiamenti in estate: “Con Matuzalem e un paio di giocatori dell’anno scorso il Bologna avrebbe qualche punto in più. Matu era stata l’unica richiesta di Rossi in estate e non è stato accontentato”. Sui giocatori non visti dal mister: “Ci sono elementi ai margini, non stanno facendo la fronda a Rossi ma sono scontenti. Su Mbaye è stato fatto un investimento importante ma fuori luogo, Crisetig doveva essere il regista ed è sparito dopo due partite, Maietta è uno dei leader dello spogliatoi e farebbe comodo, Morleo, capitano l’anno scorso, non ha mai toccato campo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy