Zara: “Il Bologna arriva alla sfida di venerdì con solidità”

Zara: “Il Bologna arriva alla sfida di venerdì con solidità”

Furio Zara, ospite di Rita Mandini durante la trasmissione “Quasi Gol”, parla del Bologna e della delicatissima partita con la Juventus.

Quando viene chiesto a Furio Zara cosa pensa di uno dei giocatori più importanti del Bologna di oggi, Emanuele Giaccherini, risponde: “E’ una persona veramente speciale, un ragazzo molto umile, con i piedi per terra, averne così di persone nello spogliatoio: è un ragazzo veramente in gamba”. Per quanto riguarda il futuro di “Giak”, dichiara: “Lui l’ha detto chiaro e tondo: voglio rimanere a Bologna, il cartellino appartiene al Sunderland, penso che il Bologna, in qualche modo, riesca a trattenerlo”.

Sulle voci di una possibile convocazione di Mattia Destro in Nazionale, così si esprime: “Sarebbe una bellissima coppia, Giak è già in Nazionale, mentre Destro sta lavorando per andarci: sta cercando di farsi notare da Conte, ha segnato già 8 gol. Ci sono tanti giocatori, ma nessuno sovrasta Destro di una spanna, quindi lui ha l’opportunità di mettersi in mostra ed entrare così nel giro”. Conclude il discorso su Giaccherini con questa bella nota: “Giaccherini s’è fatto benvolere all’interno dello spogliatoio del Bologna per la sua umanità”.

Zara fa poi il punto della situazione di entrambe le squadre in vista di venerdì: “Il Bologna arriva alla sfida di venerdì con solidità, in un momento di forma, una partita così si prepara da sola e la squadra ci arriva con la mente libera: sono due squadre con carature e fatturati diversi, ma il Bologna può giocarsela con leggerezza perchè con le grandi ha fatto sempre bella figura. Sia dalla Juventus titolare che da quella delle riserve, il Bologna parte sfavorito sulla carta, non dobbiamo nascondercelo; dovrà giocarsela con la Juventus proiettata sulla sfida contro il Bayern, questa può essere una condizione mentale a favore”.

Sul recupero del neo-acquisto Zuniga, che ha giocato solo pochi minuti in campionato: “Zuniga si sta allenando bene, gli sono stati tutti vicino dopo il dramma che l’ha colpito nei giorni scorsi, si sta riprendendo bene”.

Conclude poi con un’ultimo sguardo sulla squadra bianconera: “La Juventus gioca con la mentalità di una provinciale, viene da un filotto di 15 partite vinte, è una squadra forte, in qualche episodio è stata fortunata, ma è la più forte del campionato”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy