Zara: “Donadoni ha liberato le menti”

Zara: “Donadoni ha liberato le menti”

Il commento di Furio Zara.

Intervenuto a Quasi Gol su Rete 7, il collega di Stadio Furio Zara ha risposto alle domande di Filippo Cotti. Si parte dal ruolo di Donadoni e dalle novità che il mister ha portato: “Donadoni ha portato leggerezza, ha cercato di liberare le menti. Probabilmente se ci fosse stato Delio Rossi ieri il risultato sarebbe stato diverso. C’era ormai un influsso negativo che durava da parecchio tempo. Donadoni non ha cambiato moltissimo, ma la sua mano c’è sui cambi. Forse è l’inizio di un nuovo corso”.

Determinante anche Mimmo Maietta, ecco il pensiero di Zara: “E’ grandissimo professionista, è entrato col piglio giusto non sbagliando una virgola. Non è Beckenbauer, ma ha caratteristiche tecniche diverse dai colleghi. Con Maietta la difesa gioca più alta perché lui preferisce fare un passo avanti piuttosto che uno indietro”.

Su Brienza e sul futuro: “Probabilmente Donadoni con Brienza, se avesse tre anni di meno, avrebbe voluto fare come con Valdes a Parma. Un giocatore offensivo impostato a centrocampo. Comunque da Donadoni qualcosa di nuovo è doveroso aspettarselo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy