Zanarini: “Non bocciamo Floccari”

Zanarini: “Non bocciamo Floccari”

Nicola Zanarini, durante la trasmissione “Quasi Gol”, parla dei possibili candidati per la Nazionale dopo la partenza di Conte, insieme alla situazione della Serie A, in vista della gara Atalanta-Bologna di domenica, insieme alle altre sfide per la salvezza e ad un piccolo sguardo sul basket.

Zanarini, per quanto concerne il dopo-Conte, così si esprime: “Anche Ranieri si sta rilanciando alla grande, ieri ha vinto 1-0 con il Leicester contro il Newcastle di Rafa Benitez, proseguendo la marcia. Credo che Ranieri sia il sostituto ideale per il dopo-Conte, i successi di Capello sono lontani anni“.

Per quanto riguardo, invece, l’attacco del Bologna dopo il tremendo infortunio capitato a Mattia Destro durante la partita contro l’Inter, dice: “Non bocciamo Floccari, è l’unica punta che resta e non consideriamo Acquafresca, che in B ha fatto solo tre gol e non ha voluto saperne di altre destinazioni“.

Quanto alla lotta per non retrocedere, che sta coinvolgendo sempre più squadre, questo è il punto di vista di Zanarini: “Adesso rischia il Palermo, perchè Frosinone e Carpi si sono rilanciate, il Palermo rischia tanto, Novellino ha fatto il suo tempo, c’è una situazione che peggio di così e soprattutto anche a Udine li ho visti abbastanza incavolati, nonostante l’aplomb friulano che tanto amo“.

Invece sulla partita che metterà a confronto Atalanta e Bologna fa questo punto della situazione: “Reja è in bilico, si parlava di un esordio già ieri, con un contatto per Cesare Prandelli, con il Bologna si gioca tutto: c’è anche Diamanti, ex con il dente avvelenato, non sarà lui il pericolo numero 1, ma l’Atalanta non vince da 14 partite. Borriello non sta facendo un gran che, ma sarà da tenere d’occhio“.

Per finire, passa dal calcio alla pallacanestro, con gli episodi di teppismo capitati domenica a Ravenna e a Bologna: “Il problema, a Ravenna, è la sedia e la bottiglietta lanciate da pseudo-tifosi, la lezione dovrebbe essere stata appresa e invece no: ci vorrebbe un po’ di severità, mentre 1800 euro di multa per un bicchiere d’aranciata ed una sirena troppo alta sono un po’ troppo“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy