Zanarini: “Da Donadoni mi aspetto un polso più fermo”

Zanarini: “Da Donadoni mi aspetto un polso più fermo”

Nicola Zanarini interviene a “Quasi Gol” facendo il punto della situazione sul Bologna alla luce del momento non buono in campionato.

Zanarini, riguardo alle tante voci uscite in questi ultimi tempi sulla società, afferma: “Mi sembra indubbio che le tante voci, che lo stesso Donadoni ha evocato, stiano ronzando tra le persone dietro le quinte; ieri sera c’è stata una divergenza tra Di Vaio, che ha detto che non contano e Donadoni, che le ha citate“.

Puntualizza poi: “Bisogna un pochettino mettersi d’accordo, fare chiarezza su Donadoni, che resti, anche se la parola definitiva non l’ha mai detta. Bisogna mettersi d’accordo per il bene della società“.

Su Mattia Destro ed Emanuele Giaccherini, due delle pedine più fondamentali della squadra rossoblù, dice: “Destro è comunque e sempre il capocannoniere con 8 gol, poi c’è Giaccherini: a Udine mi ero lustrato gli occhi, probabilmente si sente arrivato, con la nazionale già in tasca e questo gli toglie qualche motivazione; poi c’è anche il calo fisico, più il centrocampo che non punge“.

Per concludere, aggiunge questa piccola nota sull’allenatore: “Da Donadoni mi aspetto un polso più fermo, mi sta deludendo un po’ “.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy