Zanarini: “Cambio tardivo, con Donadoni difesa a tre”

Zanarini: “Cambio tardivo, con Donadoni difesa a tre”

Il commento di Nicola Zanarini

Intervenuto a Quasi Gol, il giornalista Nicola Zanarini ha commentato le ultime vicende legate al Bologna. Il suo parere sull’esonero: “Cambio tardivo e ingeneroso dopo la partita di ieri. La responsabilità è stata dei singoli. Intervento intempestivo della società come fatto con Lopez l’anno scorso. Rossi lo avrei mandato via prima della Juve, ma dopo una prestazione di questo tipo gli avrei concesso l’Atalanta”.

Poi il punto sulla partita di ieri sera: “E’ mancato molto Donsah, Taider è stato insufficiente, avrei costruito un centrocampo diverso e Rossi paga l’incapacità di intervenire in corsa”.

Con Donadoni probabilmente cambierà lo schema difensivo: “Difesa a tre, il problema è che Oikonomou e Maietta sono infortunati. Sarebbe il caso di rimettere Ferrari centrale. Donadoni è un allenatore che non mi fa impazzire, ma è molto concreto e il pedigree ce l’ha”.

Rischia anche Corvino? Zanarini risponde così: “Saputo si fidava solo di lui, difficile che salti sia l’allenatore che il direttore sportivo. Non credo pagherà Corvino, ma se dovesse farlo escluderei il nome di Lo Monaco, Badini invece potrebbe muoversi”. Chiusura su Destro: “Destro ha bisogno di uno schiaffone metaforico, penso possa giovare di questa situazione. non credo che Donadoni punterà su Mancosu o Acquafresca”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy