Winterling (resp. area marketing e commerciale Bfc): «Tifosi al centro del progetto»

Winterling (resp. area marketing e commerciale Bfc): «Tifosi al centro del progetto»

Il responsabile dell’area marketing e commerciale del Bologna ha svelato gli obiettivi del club

Intervistato dal QS, il responsabile dell’area marketing e commerciale del Bologna, Christoph Winterling, ha spiegato il suo ruolo in rossoblù. «Trasformare in business la passione dei tifosi», è questo il compito del 43enne tedesco. «Passione che in Italia è superiore alla media: basti pensare che persino i politici legano la propria immagine ad eventi sportivi e a squadre. Da tedesco questa cosa mi ha colpito molto», continua Winterling.

CRESCITA DEL BRAND – «Nell’ultimo anno abbiamo incrementato del 35 per cento le entrate da sponsor e del 25 per cento quelle da biglietteria: questo non rispetto alla scorsa stagione, in serie B, ma all’ultimo anno di serie A. Prossimo obiettivo? Diventare un’eccellenza del territorio e continuare a incrementare i ricavi. Il nostro futuro è legato ai numeri: o cresciamo o si va a casa. Prossimamente incrementeremo i legami con il Canada. Ma le nostre attività non riguardano solo i rapporti con gli sponsor».

TIFOSI AL CENTRO DEL PROGETTO – «I tifosi devono essere sempre più al centro dell’attenzione: studiando iniziative, proponendo cose che la tv non può offrire. Prossimamente realizzeremo il Kids Village, dedicato ai bambini: pensiamo pure di portarli in trasferta, di organizzare gite guidate a loro dedicate. In più dopo i primi lavori al Dall’Ara offriamo i servizi di organizzazione eventi. Insomma, il Bologna deve entrare sempre di più nella vita delle persone e delle aziende. E quando lo stadio sarà ristrutturato si potrà fare sempre di più».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy