Vitali: “I nuovi acquisti? Sono scommesse, Donadoni ha bisogno di certezze”

Vitali: “I nuovi acquisti? Sono scommesse, Donadoni ha bisogno di certezze”

Le parole di Massimo Vitali.

Ai microfoni di ‘Quasi Gol’ su Radio Bologna Uno è intervenuto Massimo Vitali parlando dei problemi nel reparto offensivo rossoblu, falcidiato dagli infortuni e povero di acquisti: “Non ci sono rotazioni in attacco: Calabrese è un ragazzo promettente ma gioca nella primavera, mentre Acquafresca non è più un ragazzo e non è più promettente. Non si può cominciare il nuovo anno con Floccari e Destro pronti solo ai primi di settembre. Inoltre se dovesse arrivare Sadiq sarà solo dopo il 20 agosto perchè prima è a Rio per le Olimpiadi. La gestione del parco attaccanti è stata negativa, non è solo sfortuna. In queste tre partite il Bologna capirà quanto sia difficile giocare senza attaccanti. Ripartire con l’handicap dell’attacco è un rischio che non si doveva correre. L’indicazione della società è quella di prendere una punta giovane per evitare di mettere qualcuno in concorrenza con Destro, però deve fare gol. Il numero 10 avrà bisogno di almeno un mesetto per tornare al top. Nella prima parte di stagione il Bologna dovrà fare punti perchè giocherà partite casalinghe contro squadre di medio bassa classifica, e per fare punti bisogna fare gol. Gran parte dei soldi derivanti dalla cessione di Diawara verranno investiti su una punta che serve come il pane”.

Il giornalista de il Resto del Carlino ha poi dato un giudizio sui nuovi acquisti: “Penso che Krejci farà bene e sono contento di Di Francesco: ma questi sono giovani e scommesse, Donadoni ha bisogno di più certezze”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy