Villa: “Il Bologna non è pronto per l’Europa”

Villa: “Il Bologna non è pronto per l’Europa”

Le parole del mitico Villa

Il Bologna nelle ultime tre partite ha conquistato tre punti importanti per la classifica, tenendosi ancorato al nono posto. Ogni partita in Serie A è difficile, ed ogni partita presenta le sue difficoltà, se poi si pensa da dove è partito il Bologna all’inizio.

Inoltre, a mettere ancor più in subbuglio la piazza, c’è la decisione non ancora ufficializzata ma che dovrebbe essere sicura, di vietare la trasferta di sabato a San Siro contro l’Inter. Villa aggiunge alla trasmissione di RadioBolognaUno: “Io divento matto, proibire la trasferta per un niente è un qualcosa che dispiace anche perché il pubblico di Bologna è uno degli ultimi che vada condannato. Quello che succede a Bologna non è niente in confronto a quanto avviene in altre città. Delusione dal pareggio col Carpi? No assolutamente, la squadra ha giocato poi ci sta che hai preso solo un punto. E’ logico che l’allenatore non sia mai contento altrimenti i giocatori si limiterebbero e non andrebbero oltre accontentandosi del pareggio, l’allenatore deve tenere sulle spine ma credo che in cuor suo Donadoni sia felice del punto guadagnato ieri.”

Questa squadra ha comunque dimostrato di potercela fare sempre, match dopo match, e non sono di certo le big a spaventarla, anzi, proprio nelle partite con maggiori aspettative il Bologna non ha mai deluso nessuno, per questo ci si aspetta un big-match sabato contro l’Inter. Sempre Villa a “QuasiGoal”: “Va bene non si va in Europa ma nessuno è partito per andarci, o meglio, non il Bologna. Dobbiamo essere sempre contenti finché la squadra gioca. Ci sta un calo di Destro e Giaccherini, ma non è solo un calo solo loro, è che a volte capitano alcune situazioni; ieri ad esempio Destro ha avuto un paio di occasioni che non sono andate a buon fine ma ho visto un grande impegno e quello va premiato. Da Inter-Bologna mi aspetto tante cose, il Bologna fa bene con le grandi, e l’Inter è più squadra rispetto a prima, sicuramente gioca più a calcio e bisogna stare molto attenti. Il Bologna ha la testa libera e Donadoni metterà in testa ai giocatori che si può vincere con l’Inter così come avvenne con il Napoli.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy