Villa: “Il Bologna di Corioni? Una scommessa, così come quello attuale”

Villa: “Il Bologna di Corioni? Una scommessa, così come quello attuale”

Le parole del ‘mitico’ a Quasi Gol

Oggi in tanti commemorano la perdita di una grande persona come quella che fu Corioni. Oltre ad essere un grande presidente, con grande determinazione e personalità, viene ricordato come una grande persona, dalle tante qualità.

Anche Renato Villa ha voluto ricordare colui che lo ha portato proprio in quel di Bologna, colui che ha stravolto la sua carriera. Così lo ricorda a “Quasi Goal”: “Sono stato tutto il periodo della gestione Corioni, mi ha portato nel 1986 un po’ consigliato da Mainfredi, un po’ mi ha visto e mi ha voluto dare quest’opportunità. Mi ricordo tante cose, in particolare era un presidente competente, che se ne intendeva del mondo del calcio, comandava lui e portava avanti le sue idee infatti a Bologna ha fatto del bene, sempre allegro, un personaggio positivo nel mondo del calcio.”

Inoltre Corioni fu uno dei pochi a raggiungere obiettivi quali l’Europa, puntava più sulla qualità dei giocatori che hai loro nomi, seppur ha portato a Bologna come a Brescia grandi campioni del mondo del calcio. Ancora Villa nella trasmissione radiofonica di RadioBolognaUno ricorda: “Lui ha portato grandi giocatori in ogni sua squadra, ha fatto sempre del bene, ovviamente ha commesso degli errori da presidente ma ha voluto sempre fare del meglio per le proprie squadre. Il suo Bologna era una scommessa, e fu vinta. Una scommessa per tutti, perché nessuno conosceva né l’allenatore né i calciatori. Un po’ come questo Bologna dove si pensava ci fosse un lavoro fatto male, quando invece Donadoni ha fatto un gran bene e molti giocatori hanno vinto la scommessa dimostrandosi di gran qualità.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy