Verona e la banda degli ex: tutti gli incroci con il Bfc

Verona e la banda degli ex: tutti gli incroci con il Bfc

La lunga lista degli ex, a Verona tante facce conosciute saranno avversari del Bologna. Da ‘Il Resto del Carlino’

La lista è lunghissima, si potrebbe quasi costruire una squadra con gli ex rossoblù ora al Verona. Sono 7, tra giocatori, allenatore e presidente, gli ex che sabato affronteranno il Bologna. Si parte dal numero uno, il presidente Setti, uscito di scena dal Bologna per dissidi con l’ex presidente Guaraldi, si è trasferito a Verona. Aveva idee di calcio diverse, le portò a Verona dove ottenne una promozione e due stagioni in massima serie di assoluto livello, la prima sfiorando l’Europa.

C’è poi Mandorlini, il tecnico. A Verona lo adorano, anche ora nonostante i pessimi risultati, a Bologna meno. Pochi mesi di panchina nel 2005 in Serie B, scarsi risultati. Si passa poi ai calciatori. Ci sono Siligardi (visto durante l’era Porcedda-Malesani) e Albertazzi, considerato la stella del settore giovanile rossoblù, mentre i giù recenti sono Moras, Coppola e Matuzalem. Il greco si salvò per il rotto della cuffia nell’anno del ritorno in A con tre allenatori cambiati, decisiva una sua sponda nella vittoria per due a uno sul Lecce siglata da Volpi, il portiere è stato uno dei senatori voluti da Fusco e non confermati da Corvino, Setti ci ha puntato per cementare lo spogliatoio. Poi Matuzalem, Rossi ne ha chiesto la conferma ma Corvino ha deciso di non alzare l’offerta a sufficienza trovandosi di fronte ad un rifiuto. Sabato il Bologna li incontrerà, qualcuno di questi col dente avvelenato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy