Ventola: “Deluso da Destro. Donadoni? Non si discute”

Ventola: “Deluso da Destro. Donadoni? Non si discute”

Le parole dell’ex centravanti.

Nicola Ventola, ex centravanti di Bologna e Atalanta, ha rilasciato un’intervista al quotidiano Il Resto del Carlino.

Apre ricordando il suo passato in rossoblu: “Di Bologna ricordo l’affetto dei tifosi in un anno particolare per me sul piano personale e su quello professionale. Passavo più tempo a Villa Toniolo che in campo. Quando arrivai c’era un signore come Sergio Buso, che ricordo con affetto. Poi presero Guidolin e tornò Kennet Andersson, io poi ero sempre infortunato, quindi ebbi poca fortuna. I tifosi rossoblu mi furono molto vicini quando morì mio padre; mi ricordo bene di una città molto accogliente, a Bologna si sta bene”.

Alcune considerazioni sul Bologna attuale: “Secondo me Donadoni come allenatore non si discute: quest’anno il Bologna è riuscito a fare di tutto, alternando partite molto buone ad altre in cui è stato un disastro, ma la classifica mi sembra quella che ci si poteva aspettare e l’allenatore è bravo. Sono rimasto un pò deluso dal rendimento di Destro, ma so anche che se fai parte di una grande squadra di palloni per far gol te ne arrivano quattro/cinque. I team che hanno campioni di livello assoluto non li lasciano andare in club che non lottano per il vertice, come il Bologna. Non conosco Saputo ma mi hanno detto che è uno dei più solidi economicamente in A. Bergamo? È la città dove ho segnato più gol e i tifosi lì sono importanti, si sentono quando ti spingono e sono tosti se ti contestano”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy