Una drammatica sconfitta

Una drammatica sconfitta

Il Bologna esce sconfitto dal delicato match contro l’Empoli, Inzaghi prima sul filo dell’esonero e poi inaspettatamente confermato
di Simone Sabattini

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Nonostante una buona prestazione registrata soprattutto nel primo tempo, il Bologna va comunque sotto grazie al goal di Caputo. Pareggio poco dopo agguantato dal goal di Poli che permette alla formazione rossoblù di concludere la prima frazione di gioco in pareggio. Il secondo tempo rispecchia le ultime prestazioni del Bologna, si trova nuovamente in svantaggio grazie ad un gol di La Gumina abile a sfruttare un tiro di Zajc che gli regala un inaspettato assist. Però anche in questo frangente, come in passato, la difesa non è totalmente esente da colpe visto che l’attaccante empolese si è ritrovato solo nell’area piccola. Nell’ultima parte di gara i rossoblù i rossoblù si buttano in avanti per cercare un importantissimo goal- pareggio  che complice sia un pizzico di sfortuna sia la mediocrità della squadra, non arriva .Complice questo risultato ci si trova a fare i conti con un’ulteriore sconfitta e una situazione di classifica sempre più preoccupante, con un Empoli che scappa a cinque punti di distacco e l’attuale quart’ultimo posto, occupato dall’Udinese, distante due punti.

Poi il surreale post partita. Il direttore sportivo Riccardo Bigon intervenuto in zona mista non ha blindato Pippo Inzaghi, infatti la giornata successiva vive tra summit e contatti con altri tecnici. Passano le ore e conferme ufficiali non arrivano, tanto che l’esonero appare la soluzione più scontata. Alla fine, invece, una nota serale di Joey Saputo rimette le cose al loro posto, Inzaghi resta e arriva la promessa di investire sul mercato di gennaio. Ma gli alti e bassi, le direzioni prese e poi eventualmente rigettate, denotano una latente confusione e forse una difficoltà a prendere una decisione e mantenerla (vedi anche il ritiro sospeso). In tutto ciò, i tifosi hanno giustamente iniziato a prendere una posizione critica fin dai primi minuti post Empoli, prima negando il saluto sotto lo spicchio ospiti alla squadra, poi utilizzando due striscioni per esprimere il proprio parere sulla difficile situazione attuale. Si chiede una inversione di tendenza per evitare una possibile e drammatica retrocessione.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy