Un mercato di attesa. Cerci costa troppo, le alternative anche

Un mercato di attesa. Cerci costa troppo, le alternative anche

Il Bologna sta alla finestra e aspetta: chi non accetterà la Cina?

Come detto la trattativa per Cerci è in stand by a causa dei costi troppo alti per le casse rossoblù.

Ma, come riporta il Resto del Carlino, in stand-by restano anche altre idee di un mercato che deve fare i conti con il ciclone Cina. Le alternative a Cerci, portano infatti a Victor Ibarbo e Jonathan Biabiany. Sul primo, che potrebbe rientrare al Cagliari dal prestito al Panathinaikos, ha fatto irruzione lo Wuhan Zall allenato da Ciro Ferrara, che potrebbe mettere sul piatto 6 milioni per il cartellino del colombiano. Mentre per il francese l’Inter intende fare cassa. La richiesta è di 5 milioni e potrebbe essere soddisfatta dallo Jiangsu.
Al Bologna non resta che rimanere alla finestra. Se Cerci non calerà le pretese a fine mercato potrebbe buttarsi su Biabiany, prima scelta di Donadoni, o Ibarbo: ma solo se i due non avranno accettato la Cina e i rispettivi club saranno quindi costretti a trattarne il prestito ai saldi di fine mercato.

C’è pure una pista El Kaddouri, ma anche  in questo caso i rossoblù devono attendere:  il belga marocchino, in scadenza di contratto a giugno, piace anche a Palermo, Fiorentina e Atalanta, ma potrebbe raggiungere Balotelli a Nizza.

Importate sarà comunque capire le reali condizioni di Verdi e Sadiq. I due dovrebbero ricominciare ad allenarsi in parte con il gruppo la prossima settimana e le future mosse di mercato dipenderanno pure dalle loro risposte

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy