Ulivieri: “L’arbitro chiarisca l’esultanza di Diawara”

Ulivieri: “L’arbitro chiarisca l’esultanza di Diawara”

Ulivieri commenta la squalifica di Diawara

Fa ancora scalpore a Bologna la squalifica di un turno ad Amadou Diawara dopo l’esultanza di Genova al gol di Rossettini. A tal proposito il Corriere di Bologna ha ascoltato il presidente dell’AssoAllenatori Renzo Ulivieri. Ecco il pensiero di ‘renzaccio’: “Toccherebbe all’arbitro chiarire la situazione – ha affermato l’ex tecnico rossoblù – bisognerebbe specificare come siano andate le cose se cioè Diawara ha fatto il gesto del gorilla o se davvero si è toccato i genitali. In questo secondo caso la squalifica potrebbe starci, nel primo assolutamente no. Ricordo che a Genova un mio calciatore, Gasparini, disse ‘complimenti’ all’arbitro, il quale ravvisò con ironia e lo squalificò. Gasparini però era serio, facemmo ricorso e la squalifica venne tolta. Non sta all’arbitro interpretare”.

Ulivieri poi si sofferma su qualche aneddoto personale e su come il calcio sia cambiato: “E’ successo anche a me di subire cori razzisti sul piano politico – racconta Ulivieri – in determinati stadi mi gridavano ‘rosso di m….’, io rispondevo con qualche gesto ma erano altri tempi e il quarto uomo risolveva tutto con il buon senso”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy