‘Treni del gol’, l’inchiesta si allarga ad altre società?

‘Treni del gol’, l’inchiesta si allarga ad altre società?

Nella giornata di ieri sono circolate alcune intercettazioni tra Delli Carri e Arbotti riguardanti la sfida del 27 aprile tra Bologna e Catania. Una notizia che ha messo in allarme qualche tifoso ma che non desta particolari preoccupazioni. In primo luogo, nell’intercettazione non sono presenti tesserati del Bologna, in secondo, tutta la conversazione può essere interpretata come un avviso di Arbotti a Delli Carri di lasciare perdere la combine per la assoluta difficoltà a trovare giocatori del Bologna disponibili al tarocco. Inoltre, l’inchiesta verte su quattro partite ‘comprate’ dal Catania per evitare la retrocessione, mentre quella del Dall’Ara con il Bologna è stata vinta dai rossoblù nettamente per due a zero. Secondo gli inquirenti, però, altre società e altri tesserati potrebbero essere coinvolti. Perché dopo le quattro vittorie consecutive, Pulvirenti avrebbe cercato di capire se la possibilità di entrare ai playoff sarebbe potuta diventare concreta oppure no, e la sconfitta con il Bologna ha sostanzialmente chiuso ogni speranza. Ma Pulvirenti si sarebbe fatto prendere la mano, e per le ultime partite avrebbe sostanzialmente messo in piedi una sorta di macchina soldi tramite il sistema delle scommesse e delle partite truccate. Ecco allora che Catania-Brescia alla quarantesima giornata, secondo l’accusa, diventa un 4-2 combinato, con Arbotti che ammette al ds Delli Carri di aver trovato due treni, uno sicuro (secondo gli inquirenti, Caracciolo) e uno non sicuro (Budel). In origine il risultato esatto sarebbe dovuto essere un due a due, ma in quel caso i giocatori coinvolti sarebbero dovuti essere sette; troppi. Le indagini vanno avanti, e le partite incriminate aumentano. Anche la vittoria del Cittadella al Massimino risulta sotto la lente di ingrandimento. Quella gara è stata segnalata da Federbet, così come le sfide con Trapani e Ternana. Secondo Calciomercato.com, anche il neo direttore sportivo del Napoli Giuntoli sarebbe stato toccato dalla vicenda. In questo caso si tratta del pareggio ottenuto dagli etnei sul campo del Carpi, un punto che è valso la salvezza. In una intercettazione, secondo il portale, Delli Carri avrebbe ammesso come Giuntoli gli dovesse un favore. Quel match venne tolto dal palinsesto per le puntate anomale sul pari senza gol.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy