TBW Live – Reggio Emilia – Virtus 82-78. Virtus retrocessa in A2

TBW Live – Reggio Emilia – Virtus 82-78. Virtus retrocessa in A2

Premere F5 per aggiornare

40′. Finisce così a Reggio Emilia. Caserta batte Trento 73-70 e la Virtus retrocede in A2 per la prima volta nella sua storia.

40′. Due liberi di Kaukenas e una bomba di Collins.

40′. Quinto fallo di Gaddy, 1/2 di Della Valle ai liberi 80-75.

40′. La Virtus deve spendere un fallo ma ci mette troppo, ora 20” alla fine con Reggio che avrà palla in mano.

39′. Pittman stoppa Kaukenas, Polonara stoppa Gaddy.

39′. Bomba di Collins ed è 79-75, con la Virtus che ruba anche palla sulla rimessa reggiana.

38′. Due più uno di Gaddy per il 79-72.

38′. Terza bomba consecutiva di Reggio Emilia, stavolta di Polonara: 79-69.

37′. Ancora Della Valle dalla lunga distanza, 76-69. Si fa molto dura per la Virtus adesso.

37′. Tripla killer di Della Valle, 73-69. Torino intanto batte 83-66 Pesaro.

36′. Ottavo rimbalzo di Mazzola per il 70-69 in appoggio.

35′. Lavrinovic prima, Mazzola poi: 68-67.

35′. Bomba di Vitali da distanza siderale: 66-65.

33′. Polonara da tre: parziale di 10-2 reggiano in questi primi minuti di ultimo quarto, 66-62.

33′. Troppi errori bianconeri in questo inizio di quarto, conditi da un fallo di frustrazione di Pittman: è il quarto del centro, padroni di casa avanti 63-62.

31′. Una bomba di Della Valle su rimbalzo offensivo porta Reggio Emilia a -1 sul 61-62.

QUARTO QUARTO

30′. Due giocate agonistiche di Mazzola, una in attacco e una in difesa, regalano alla Virtus i palloni che le consentono di chiudere il quarto sul 56-60. Torino e Caserta, intanto, vincono di 8: le Vu Nere devono vincere questa partita se vogliono salvarsi.

29′. Quarto fallo di Vitali e bonus che scatta: 1/2 di Veremeenko, mentre nell’altra metà campo Vitali appoggia il suo secondo canestro. 54-58.

28′. Un fallo di Gaddy su Kaukenas non fischiato e, anzi, tramutato in passi del lituano causano la reazione del reggiano: tecnico. Collins segna il libero e la bomba nel possesso seguente. Kaukenas risponde a tono: 53-56.

27′. De Nicolao per Reggio, Collins risponde: due triple in un amen e 50-50.

26′. Sempre Kaukenas infila i liberi del pareggio: 47-47, Virtus che ha tirato il freno a mano.

24′. Non ci sta affatto Kaukenas, che firma un 5-0 per il 43-47.

23′. Splendida azione virtussina per liberare Fontecchio nell’angolo: 38-47, 0-9 di parziale bianconero in questo inizio di quarto. Time-out obbligato per Reggio Emilia.

22′. Tre attacchi a vuoto reggiani mentre dall’altra parte Pittman non sbaglia e schiaccia il 38-42.

21′. Penetrazione di Fontecchio che va a buon fine e primo vantaggio Virtus in questa gara: 38-40.

TERZO QUARTO

Con un parziale di 11-21 in sei minuti la Virtus ha recuperato la doppia cifra di svantaggio per andare negli spogliatoi in parità: una reazione energica determinante per tenere vive le speranze di salvezza bianconere. Dagli altri campi coinvolti, Trento sopra di quattro a Caserta e Torino sopra di quattro contro Pesaro: e in questo momento la Virtus manterrebbe la categoria. A tra poco per il secondo tempo.

20′. Un tap-in in schiacciata di Fontecchio, un 1/2 ai liberi di Aradori, canestrone in post basso di Pittman: questo è l’ultimo minuto, il risultato alla sirena è 38-38.

19′. Molto cercato Pittman in questi minuti, l’americano conquista il quarto fallo di Lavrinovic e fa 1/2 dalla lunetta: 37-34.

18′. Alla bomba di De Nicolao risponde Pittman dalla lunetta: 36-33.

17′. Primi segnali di vita da parte di Andre Collins con sette punti consecutivi: 33-31, time-out Reggio.

16′. Ancora Fontecchio in penetrazione, tenta la schiacciata ma Polonara lo ferma con le cattive senza però essere sanzionato: proteste di Valli e tecnico. 32-24 per Reggio Emilia.

15′. Gol di Fontecchio che indovina la seconda tripla bianconera: 29-22.

14′. Break reggiano per andare in doppia cifra di vantaggio: gioco da tre punti di Aradori e 27-17.

12′. 6/22 al tiro per la Virtus, con 1/12 da tre: statistiche impietose e 24-17, time-out per Valli.

SECONDO QUARTO

10′. 20-15 al primo intervallo. Dopo una partenza complicata, la Virtus è riuscita a rifarsi sotto. In questo momento, però, vincono sia Caserta sia Torino: con questa combinazione i bianconeri sono retrocessi.

8′. Prime triple della gara da una parte e dall’altra: segnano De Nicolao e Hasbrouck per il 18-13.

7′. E’ Gaddy contro Golubovic in questa fase: 6 punti il bianconero, 9 il giocatore di Reggio. 15-8 il parziale.

6′. Una penetrazione di Gaddy per il secondo canestro virtussino: 13-4.

5′. Vantaggio dei padroni di casa che sale sull’11-2, Valli costretto al primo time-out.

4′. Due liberi di Kaukenas portano Reggio Emilia sul 6-2, statistiche al tiro delle Vu Nere che recitano 1/4 da due e 0/5 da tre.

3′. Aggressivi i bianconeri ma poco precisi: 1/7 al tiro in questi primi centottanta secondi, sempre 2-2.

2′. 2-2 il punteggio dopo due minuti, ad Aradori ha risposto Fontecchio. Buono l’approccio alla gara della Virtus.

PRIMO QUARTO

VIRTUS BOLOGNA: Collins, Hasbrouck, Fontecchio, Odom, Pittman.

REGGIO EMILIA: Kaukenas, Gentile, Aradori, Polonara, Veremenko.

La Virtus fronteggia il fantasma della prima retrocessione (sul campo) della sua storia al Pala Bigi di Reggio Emilia, contro i padroni di casa a caccia del secondo posto. Solo una vittoria darà la certezza della salvezza ai bianconeri, viceversa bisognerà vedere cosa succederà a Torino e Caserta. Ve lo racconteremo minuto per minuto: tutto è pronto, si comincia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy