Tacopina, il primo compleanno in rossoblù. Tanti auguri Joe!

Tacopina, il primo compleanno in rossoblù. Tanti auguri Joe!

di Marta Daveti

Forse non avrà tanto tempo per festeggiare, forse sarà un giorno simile agli altri, tra aerei da prendere, cause da vincere e tifosi da rassicurare…o forse no. Fatto sta che Tacopina oggi compie gli anni, 49 per l’esattezza. 

L’avvocato italoamericano che ha difeso due assistenti di Michael Jackson, ha fatto assolvere il proprietario di un bar accusato di aver picchiato Pier Casiraghi, ha difeso Amanda Knox …e ha salvato il Bologna fc.  

Verrebbe da dire “impresa da niente”. Dopo intrighi di potere, crimini, aule di tribunali americani, arringhe in tv, l’arrivare in una bella città come Bologna, solare, ricca di giovani, circondata da ridenti colli, per rilevare una squadra di calcio sembrerebbe quasi un hobby per uno come lui, un divertente diversivo per distrarsi dalla vita newyorkese. Sborsare qualche milione di euro, guardarsi una partita ogni tanto e fare una comparsa allo stadio durante le vacanze in Italia con la famiglia. Tutti sappiamo come siano andate davvero le cose.

La scalata al BFC ha voluto dire non solo investire 40 milioni di euro (grazie a Saputo), ma imbarcarsi in un’ avventura tutt’altro che certa, in una battaglia contro il passato rossoblù e lo scetticismo, e mettiamoci anche il fatto che il precedente tentativo di acquisizione del Bologna, intavolato nel 2008 con Cazzola, fallì.

Tutt’altro che semplice insomma.

La sua avventura comincia ufficialmente l’8 settembre 2014 quando si dimette dal C.d.a e da vicepresidente della Roma per tentare nuovamente la scalata al Bologna. Il giorno dopo è subito in città, c’è da battere la forte concorrenza dell’imprenditore Massimo Zanetti,” Siamo pronti e ottimisti sulla trattativa per acquisire il Bologna” dichiara. Il 17 settembre firma un preaccordo per rilevare il club mentre la vera svolta arriva la notte dell’8 ottobre quando il cda straordinario, convocato a Casteldebole, vota a maggioranza la proposta americana. A convincere i soci è stato l’indennizzo da 6,3 milioni in 3 anni promesso da Tacopina e Saputo, quest’ultimo, proprietario dei Montreal Impact, garantirà la solidità del gruppo di investitori e porterà con se Marco Di Vaio (finita l’esperienza nella squadra candese).

Il 15 ottobre Tacopina diventa ufficialmente il trentesimo presidente della storia del Bologna. “Faccio l’avvocato penalista da diciassette anni ed ho imparato che non conta nulla dire quel che dimostrerai se non sei in grado di farlo, conta quello che avrai dimostrato alla fine del processo. Torneremo in serie A ” .

Il resto è ben noto. Entusiasmo, vicinanza alla squadra e alla città, idee e progetti concreti per il futuro rossoblù. Oggi è il suo compleanno e non è difficile immaginare quale regalo potrebbe fargli il suo Bologna, sabato al Dall’ Ara non ci sarà ma la notizia di una bella vittoria volerebbe dritta in America e sarebbe più che gradita. Buon compleanno Joe!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy