Succi: “Il Bologna è in buone mani, Saputo è intelligente e Donadoni è un ottimo allenatore”

Succi: “Il Bologna è in buone mani, Saputo è intelligente e Donadoni è un ottimo allenatore”

Le parole del bomber cresciuto a Bologna.

Davide Succi, attaccante nato e cresciuto a Bologna, all’età di 35 anni è appena rientrato dalla sua avventura calcistica in India dove ha giocato per quasi tre mesi nel Chennai.

Ai microfoni de Il Resto del Carlino ha raccontato così la sua esperienza: “Molto positiva. Dal punto di vista sportivo è un campionato strano, in pratica si gioca solo per due mesi e mezzo. Noi non siamo entrati nelle semifinali per una serie di partite sfortunate, nelle quali ci hanno rimontato nel finale o addirittura nel recupero. Com’è nata questa avventura? Ero svincolato e negli ultimi mesi del campionato scorso avevo giocato poco, con il Cesena. Mi ha chiamato Materazzi e ci siamo messi subito d’accordo, nel Chennai c’erano anche Blasi e Peluso. Ci sono volute due settimane per sbrigare le formalità, tra l’altro in India prima di ‘accettarti’ nel campionato vogliono studiare il tuo curriculum. Poi sono partito, all’inizio non ho giocato titolare, dopo è andata meglio. E’ un campionato strano, c’è l’obbligo di far giocare almeno cinque indiani, poi a volte si va in campo due volte in tre giorni, ma in mezzo per la trasferta ci sono almeno cinque ore di volo e le senti”.

Chiude facendo alcune considerazioni sul Bologna: “Sono cresciuto alla Croce Coperta Turris e poi al Boca, prima di passare al Milan Primavera. Credo che i rossoblù siano in buone mani, sia per il proprietario che per l’allenatore. Saputo è intelligente, vuole crescere per gradi perché è il modo giusto per farlo, pensare all’Europa League tra qualche anno non è esagerato. E Donadoni è un ottimo allenatore. Bologna in questo momento è proprio una bella piazza”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy