Spezia o Avellino? A Rossi importa del Bologna

Spezia o Avellino? A Rossi importa del Bologna

E’ partito in città il toto nome, ovvero quale sarà la squadra ad affrontare il Bologna nella semifinale dei playoff con andata venerdì e ritorno martedì 2 giugno a Bologna. C’è chi preferisce lo Spezia, altri l’Avellino. In realtà in questa stagione il Bologna non ha mai vinto né con i liguri, né tantomeno con gli irpini. Tre pareggi e una sconfitta per i rossoblù su quattro incontri giocati al cospetto di queste squadre. L’Avellino ha vissuto una stagione di alti e bassi, da squadra in lotta per la seconda piazza, i lupi di Irpinia sono poi crollati fino a quasi dire addio ai playoff, arrivati per la vittoria nello scontro diretto contro il Pescara e proprio per il pareggio al Dall’Ara nella partita di debutto di Delio Rossi. Gli uomini di Rastelli – allenatore più volte sull’orlo dell’esonero quest’anno – hanno messo in grossa difficoltà il Bologna al Partenio (rossoblù in nove) vincendo con il gol dello sconosciuto, e poi ceduto, Pozzebon. Al ritorno gli irpini tremarono per venti minuti della ripresa fino al rigore sbagliato da Acquafresca, segno che se il Bologna riuscirà a giocare su ritmi alti, soprattutto in casa, non dovrebbe avere problemi; sempre che si sfruttino le occasioni da rete. Sarebbe comunque ostico farsi una lunga trasferta in Campania e giocare all’interno di un impianto non semplice da affrontare. Anche con lo Spezia il Bologna è andato a corrente alternata, 70 minuti di dominio al Picco all’andata con l’incredibile pareggio di Piccolo al 94′, perché la vera forza degli uomini di Bjelica è il carattere e un gruppo costruito in gran parte da giocatori giovani con forza nelle gambe e poca paura. Al ritorno fu partita equilibrata, anzi, i liguri rischiarono di portare a casa il bottino pieno sempre a tempo scaduto, stavolta con Catellani lanciato in contropiede. Sventò il pericolo Da Costa, una parata che ora vale il quarto posto. Delio Rossi da quando è arrivato ha affrontato l’Avellino e probabilmente conosce poco lo Spezia essendosi dovuto concentrare sul Bologna, il tecnico guarderà al lavoro di casa propria ma probabilmente domani sera, come riportato da Repubblica, manderà due emissari al Picco per seguire da vicino la squadra Bjelica, la più probabile per la semifinale. Verranno analizzati i movimenti di squadra e farsi una idea dal vivo, potendo guardare aspetti che dalla tv non si notano, può essere sicuramente un aiuto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy