Si apre l’asta per Diawara: Chelsea pronto allo sprint per gennaio

Si apre l’asta per Diawara: Chelsea pronto allo sprint per gennaio

Sul giovane della Guinea si sta scatenando una vera e propria asta internazionale. Dopo l’offerta dello Schalke 04 da 13 milioni, ecco gli interessamenti degli ultimi giorni di Milan e Juve, ma soprattutto del Chelsea, che sarebbe disposto a sborsare 15 milioni più bonus.

Bologna ha trovato il suo oro nero. Non stiamo parlando di petrolio, ma di un ragazzo della Guinea, scovato dal nulla da Pantaleo Corvino: Amadou Diawara. L’intuizione del DS rossoblù rischia di rivelarsi uno dei più grandi colpi nella storia recente della squadra felsinea. Arrivato in pratica a costo zero, il valore di mercato del giovane ex San Marino ha infatti già toccato quota 15 milioni più bonus. Tanti sarebbero quelli offerti dal Chelsea, secondo l’indiscrezione lanciata dal Resto del Carlino e riportata dal Dailystar.

Mourinho vorrebbe il centrocampista classe 1997 sin da gennaio e il club di Abramovich sarebbe intenzionato ad accontentarlo, garantendo al ragazzo un ingaggio milionario, dopo che il suo agente Robert Visan ha stretto un accordo di collaborazione con l’agenzia del braccio destro del patron russo, Pini Zahavi.

Quella del Chelsea è solo l’ultima delle tante offerte, più o meno concrete, arrivate al Bologna. Prima quella dello Schalke 04 da 13 milioni, poi gli interessamenti da parte di altre squadre della Bundesliga. Fino agli ultimi giorni, quando Milan e Juve hanno bussato alla porta di Corvino per avere notizie su Diawara. L’impressione è che sia solo l’inizio di un’asta internazionale, che non potrà che far crescere ulteriormente il valore di mercato del centrocampista rossoblù.

Trattenerlo fino a giugno sarebbe una grande prova di forza da parte della società, anche se per equilibri interni difficilmente il Bologna farà sottoscrivere ad un diciottenne un contratto milionario. Indizio che lascia pensare che presto o tardi il club dovrà lasciar partire il talento, ma alle sue condizioni, anche perché Diawara ha sempre dichiarato di essere grato a Corvino per l’opportunità concessagli di giocare in Serie A.

Se il destino del giovane della Guinea sembra lontano dalla città delle Due Torri, sarà quello che succederà dopo a segnare il futuro prossimo del club di Saputo: se il denaro incassato dalla cessione dell’ex San Marino sarà rinvestito su nuove promesse, il Bologna lancerà un forte segnale di progettualità.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy