Sfuma il settimo posto, nel mirino resta la Lazio di Pioli

Sfuma il settimo posto, nel mirino resta la Lazio di Pioli

Il Sassuolo con tre vittorie consecutive ha preso il largo distanziando il Bologna di otto punti, ora nel mirino dei rossoblu c’è l’ottavo posto occupato dalla Lazio. Meglio guardarsi anche le spalle: Chievo ed Empoli distano solo due lunghezze.

di Jacopo Biondini

Il Bologna con il pareggio casalingo di ieri ha sprecato un’ottima occasione per raggiungere la Lazio all’ottavo posto e per chiudere definitivamente il discorso salvezza.

Per i felsinei l’obiettivo settimo posto sembra ormai sfumato, il Sassuolo infatti ha preso il largo vincendo tre partite consecutive, l’ultima ieri contro il Milan, portandosi così a +8 dal Bologna. Nel mirino resta l’ottavo posto occupato attualmente dalla Lazio che ormai è fuori dai giochi per la corsa all’Europa e potrebbe mollare la presa in campionato per concentrarsi sull’Europa League. Tutto dipende però dal Bologna, con gli ultimi due pareggi la squadra di Donadoni non è riuscita ad approfittare dei passi falsi dei biancocelesti, rimanendo a due punti di distanza ed ora è attesa dalla difficile sfida di San Siro contro l’Inter mentre la Lazio sarà impegnata in casa contro l’Atalanta.

La scalata all’ottavo posto resta l’obiettivo primario, come ha dichiarato anche Maietta nel post partita, ma bisogna anche guardarsi le spalle: Chievo ed Empoli distano solo due punti. I toscani stanno attraversando un momento negativo e hanno rimediato ieri la quarta sconfitta di fila perdendo 1 a 0 in casa del Genoa, anche il Chievo ha perso a Napoli, mentre il Torino ha ottenuto un pareggio interno contro la Lazio rimanendo a meno tre dai rossoblu: il ritmo delle inseguitrici non fa paura, ma meglio non dormire sugli allori.

In zona salvezza invece la lotta si fa sempre più interessante: il Palermo dopo la sconfitta di ieri ha solo un punto di vantaggio sul Frosinone terzultimo a quota 26. La squadra di Stellone ha battuto l’Udinese al Matusa e domenica prossima andrà a giocarsi una fetta di salvezza nella sfida decisiva in Emilia contro il Carpi, i rosanero saranno invece impegnati nella gara proibitiva contro il Napoli di Sarri. Fanalino di coda è il Verona, che con i suoi 18 punti sembra ormai condannato alla serie B, mentre al penultimo posto c’è il Carpi di Castori a quota 22 che si giocherà le ultime chance proprio nella sfida casalinga contro i ciociari.  Nella zona rossa potrebbero essere risucchiate anche l’Atalanta, che non vince da tredici partite e l’Udinese, sempre più in crisi: entrambe sono bloccate a trenta punti, solo quattro in più del Frosinone, e nella prossima giornata affronteranno le due romane, trasferta con la Lazio per l’Atalanta mentre al Friuli arriverà la Roma di Spalletti in gran forma. Giochi ancora apertissimi quindi per la salvezza, con numerose squadre che dovranno lottare fino all’ultima giornata per rimanere in serie A.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy