Saputo-Tacopina: settimana prossima l’udienza, ma si valuta la liquidazione

Saputo-Tacopina: settimana prossima l’udienza, ma si valuta la liquidazione

Scontro ancora in atto, che ora vivrà le sue ore più calde. Joe Tacopina continua a comportarsi da presidente del Bologna, lo ha fatto lunedì sera a Genova presentandosi a Marassi sia sugli spalti che negli spogliatoi. L’avvocato americano rivendica gli accordi stipulati con Saputo nove mesi fa, fino al punto di arrivare, come sappiamo, alla Corte Suprema di New York. Dall’altra parte, la difesa è chiara. Gli aumenti di capitale effettuati in Bfc Usa erano necessari per la sopravvivenza del club, pazienza se questo avrebbe comportato una discesa delle quote tacopiniane fino al 13%, cifra che, secondo Saputo, priverebbe Joe della sua carica di presidente. In realtà, per effettuare un cambio di presidente, sarebbero necessarie le dimissioni di tutto il cda, ovvero il consiglio che, in teoria, avrebbe eletto Tacopina. Ecco dunque che risulterebbe impossibile per Saputo togliere di mezzo l’avvocato americano, un aspetto che apre prepotentemente, come già annunciato un paio di giorni fa, al piano b: la liquidazione. Intanto la Corte ha fissato per la prossima settimana la prima udienza, ma è chiaro che le parti cercheranno di trovare un accordo. Da una parte Tacopina chiede 5 milioni più i suoi compensi di presidente, dall’altra Saputo non vuole di certo accontentare il presidente. Il magnate canadese, se procederà con la liquidazione, cercherà di trovare un punto di incontro, probabilmente a mezza via. Difficile con esattezza sapere come si evolveranno le cose, di sicuro è probabile che i due faranno di tutto pur di evitarsi. Taco è dato in partenza lunedì per gli Stati Uniti, forse assisterà alla sfida con il Frosinone, mentre Saputo, che in un primo momento veniva dato in arrivo entro questa settimana, dovrebbe ritornare a fine settembre in tempo utile per la sfida contro l’Udinese al Dall’Ara. Come sappiamo, la presenza di uno esclude quella dell’altro sotto i portici cittadini. In mezzo alla faida, l’amministratore delegato Claudio Fenucci, uno dei candidati al ruolo di presidente in caso di uscita di scena di Tacopina. L’ipotesi al momento è prematura, ma la linea diretta tra l’ex dirigente della Roma e Joey Saputo è costante e in piena sintonia. D’altronde fu lo stesso Fenucci in conferenza stampa ad ammettere come accettò la nuova avventura bolognese solo dopo aver parlato con il magnate canadese. La dirigenza è dunque schierata con Montreal, non resta altro che trovare una soluzione ad una causa legale decisamente scomoda. Non è bello ritrovarsi il presidente che fa causa al proprietario, ma quest’ultimo ha tutte le potenzialità per sistemare la questione, e magari assumere direttamente la carica vacante.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy